spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Agosto 2020 Settembre 2020 Ottobre 2020
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 36 1 2 3 4 5 6
Settimana 37 7 8 9 10 11 12 13
Settimana 38 14 15 16 17 18 19 20
Settimana 39 21 22 23 24 25 26 27
Settimana 40 28 29 30
 

 


AFFI


 
tel_antiviolenza_donna
video testimonianza Bignardi

Login Form






Password dimenticata?
Nessun account? Registrati

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home
Prodotti DOP e IGP: il sostegno del pegno rotativo
NUOVO SITO - Food & Wine
Scritto da Eva Panitteri   

Image

ECONOMIA - L’emergenza globale provocata dalla pandemia Covid-19 ha fatto emergere una consapevolezza diffusa sul valore strategico rappresentato dal cibo e dalle sue filiere. Così il nostro paese che in Europa è leader nella biodiversità, con 504 varietà di viti (registrate) contro le 278 francesi e 533 cultivar di olive contro le 70 spagnole e che in media in ogni regione esprime oltre 40 Denominazioni riconosciute dal MiPAAF, si avvia all’ulteriore valorizzazione dei prodotti agroalimentari di alta qualità come vini, formaggi e salumi, grazie ad una forma di sostegno alle imprese che consentirà di darli in pegno in cambio di prestiti ma senza spossessamento. La misura introdotta dal decreto Cura Italia, si chiama “pegno rotativo” e riguarda tutte le produzioni Dop e Igp. (Gazzetta Ufficiale 29 Agosto 2020 n. 215 - Pag. 24). «Una forma di finanziamento innovativa particolarmente adatta -precisa Coldiretti- per alimenti che chiedono tempo per completare il ciclo produttivo come ad esempio l’invecchiamento dei vini, la stagionatura dei formaggi o l’affinamento dei salumi.» Per approfondire: articolo di Roberto Goitre su Agrigiornale.net

 
Anche il SI va motivato
NUOVO SITO - Democrazia Paritaria
Scritto da Irene giacobbe   

ImageLa riduzione del numero dei parlamentari da 945 a 600 e stata approvata quasi all’unanimità, in seconda lettura, da 733 parlamentari (Camera 553 e Senato 180 voti a favore).

 

L’8 ottobre 2019 con il SI definitivo della Camera si concludeva l’iter costituzionale della doppia lettura tra Camera e Senato avviato a febbraio 2019. lo riepilogo brevemente:

7- febbraio, Senato prima votazione 185 SI - 54 NO

9 -maggio, Camera prima lettura 310 SI - 180 NO

11-luglio, Senato seconda lettura 180 SI - 50 NO

8 - ottobre, Camera seconda lettura 553 SI - 14 NO (*) 43 non voto (**)

Il “taglio” degli eletti ha ricevuto dunque nella versione costituzionalmente circoscritta un consenso quasi unanime dai “ rappresentanti del popolo”.

Il progetto odierno è l’OTTAVO dei progetti di riforma costituzionale che contemplano la riduzione dei parlamentari ma il PRIMO che arriva in questa formulazione chiara al traguardo referendario.

Sulla riduzione dei parlamentari si sono succeduti dal 1983 ad oggi 7 tentativi nel corso di 9 legislature. Le motivazioni di tutte le proposte, sia quelle presentate dalla destra che dalla sinistra che unitarie, concordano sull’esigenza di miglior funzionamento del processo legislativo e decisionale.

1983 - IX legislatura - Commissione Bozzi due ipotesi di riduzione

480 deputati - 240 senatori -oppure 514 e 282

1993 - XI legislatura - Commissione De Mita - Nilde Iotti

400 deputati - 200 senatori

Leggi tutto...
 
DOPO IL LOCK-DOWN: le proposte delle donne per la ripresa
NUOVO SITO - Donne Speciali
Scritto da EP   

Image

FUTURO - La Community "100 Esperte" un progetto nato da GiULiA Giornaliste e Osservatorio di Pavia, con contatti e collaborazioni con quasi mille scienziate di diversi settori, si interroga sul post lock-down con l’iniziativa "Il nostro sguardo sul domani" che raccoglie idee e voci di scienziate. Per fare la differenza nella ripresa occorrono le competenze, e se nei media le voci più frequenti continuano ad essere solo quelle degli uomini, la community delle esperte sceglie di proporre dal web la visione delle donne sul prossimo futuro e sulle prospettive che ci attendono. Presenti sinora quasi 50 contributi, di seguito proponiamo un piccolo assaggio.

Lucia Cattani, SEAS-SA : “Accanto alla sfida sanitaria come riattiviamo la produzione da un punto di vista smart, efficiente e sostenibile? Come si trasforma una crisi drammatica in opportunità? La risposta è passare dall’home working al vero smart working, per una società più efficiente e sostenibile.”

Stefania Benaglia, CEPS Bruxelles: costruire un’Unione Europea forte per decidere se seguire scelte fatte da altri o essere coloro che guidano il cambiamento”.

 
REFERENDUM: chi dice SI e chi dice NO
NUOVO SITO - Politica e Attualità
Scritto da Surfing   

Image

REFERENDUM 2020 - Per il NO - Elly Schlein, vicepresidente della regione Emilia-Romagna: «Voto No al referendum. Per difendere la libertà dei parlamentari […] perché si rischia di rafforzare quei meccanismi che danno ai leader il potere di decidere chi verrà eletto».

Per il SI - Lorenza Carlassare, costituzionalista: «Sono favorevole alla riduzione del numero dei parlamentari. Ritengo che ci possa essere maggiore efficienza, spero in una selezione più accurata delle candidature. Tuttavia resta il nodo della legge elettorale[…]ritengo che se passasse il No, nulla verrebbe più cambiato. In particolare non verrebbe più cambiata la legge elettorale. Con il Sì ci resta almeno la speranza».

Per il NO - Emma Bonino (+Europa): «Sono contraria a una riforma fatta in questo modo. É come se un coinquilino del primo piano togliesse la trave portante senza occuparsi della stabilità complessiva del caseggiato. In una democrazia parlamentare non si può procedere così».

Per il SI - Valerio Onida ex presidente della Corte costituzionale: «Non capisco l’argomento dello squilibrio costituzionale. Perché un Parlamento meno numeroso, ma con gli stessi poteri, dovrebbe essere meno influente? Non è così. Dipende da come il Parlamento funziona e lavora e dai rapporti tra il Parlamento e gli altri organi istituzionali».

Per il NO - Più di 200 donne e uomini costituzionalisti, invitano a votare NO al referendum per il taglio dei parlamentari. L’appello continua a raccogliere consensi tra docenti, studiose e studiosi di diritto costituzionale che mettono in guardia dai rischi della riforma costituzionale oggetto del voto del 20-21 settembre. Le Sardine saranno in piazza il 12 settembre mentre +Europa farà una maratona oratoria il 9 settembre.

Per il SI - M5s lancia il #VotaSìDay - sabato 12 settembre sarà «una giornata in cui siamo tutti chiamati a informare e a diffondere le ragioni del Sì per il taglio di 345 parlamentari per le strade e nelle piazze italiane».

 
REFERENDUM: NO alla svendita degli strumenti di democrazia
NUOVO SITO - Politica e Attualità
Scritto da Surfing   

Image

REFERENDUM 2020 - Che si propenda per il SI o per il NO, bisogna essere consapevoli che questo è un voto che cambia la nostra Costituzione. Non bisognerebbe pertanto seguire ideologie preconfezionate ma ricordare che, come scrive Michele Ainis su La repubblica, “sono in gioco le istituzioni permanenti della Repubblica italiana, non i nostri provvisori governanti”. L’impostazione con focus sul taglio degli eletti preferita alla riduzione degli stipendi è il segnale di una riforma demagogica più che sostanziale. - - SEGUE - -

Leggi tutto...
 
CINEMA - Al Festival di Spello spazio alle donne
NUOVO SITO - Libri Cultura Eventi Convegni
Scritto da GIM   

ImageCINEMA - Maria Luisa Forenza regista in gara al Festival del Cinema di Spello, vince con il documentario MOTHER FORTRESS, un docu-film VEDI il TRAILER che racconta la fede in tempo di guerra, dove una comunità di religiose, una suora in particolare, nel proprio monastero nella Siria devastata dall'ISIS, si prodigano per soccorrere coloro che, non potendo lasciare il paese, hanno bisogno di tutto: cibo, medicine, vestiti... "Esplorazione non della guerra, ma della condizione umana in tempo di guerra". - - SEGUE - -

Leggi tutto...
 
ENIGMI - Come è morta Viviana Parisi?
NUOVO SITO - Politica e Attualità
Scritto da La Redazione   

ImageCARONIA (Messina) — «Fra le trazzere della montagna controllata dalla mafia dei pascoli, continuano a rincorrersi due ipotesi d’indagine: Viviana Parisi ha ucciso il piccolo Gioele, seppellito il corpo, e poi si è suicidata. Oppure, qualcuno l’ha aggredita. L’autopsia non ha ancora chiarito il giallo».

Scomparsa il 3 agosto Viviana è stata trovata priva di vita sotto un traliccio dell'Enel l'8 agosto, a un chilometro e mezzo dall'autostrada. Trovati oggi nei pressi anche dei resti che dovrebbero appartenere al bambino. Sul corpo di Viviana in corso numerosi esami per comprendere come sia morta, tra le fratture riscontrate alcune compatibili con l’ipotesi dell’aggressione. - - SEGUE - -

Leggi tutto...
 
VAL TIDONE: vini e delizie gastronomiche
NUOVO SITO - Food & Wine
Scritto da Eva Panitteri   

Image

DEGUSTANDO - A Borgonovo Val Tidone la cantina vinicola ed il ristorante Le Proposte regalano in poche ore assaggi di un territorio che sa farsi amare. Al centro dell’area dei Colli Piacentini, la Cantina Valtidone, nata come cooperativa, realizza e propone “quasi l’intera gamma dei famosi vini piacentini”. Raggruppando intorno a sé 220 tra viticoltrici e viticoltori, può contare su più di 1000ettari di vigneti e numeri di tutto rispetto: 7milioni di bottiglie di Colli Piacentini (ovvero un terzo dell’intera produzione del territorio), 100mila bottiglie di novello e più di 50 anni di attività, ovvero oltre 50 vendemmie, tutte realizzate secondo la filosofia della qualità prima della quantità. - - SEGUE - -

Leggi tutto...
 
ACETO BALSAMICO - Tradizione ed emozione
NUOVO SITO - Food & Wine
Scritto da Eva Panitteri   

ImageDEGUSTANDO – Chi viaggia alla scoperta dei sapori dell’Emilia-Romagna deve assolutamente assaggiare l’Aceto Balsamico Tradizionale di Reggio Emilia DOP. Quello prodotto nella storica Acetaia di Canossaospitata in edificio risalente al diciassettesimo secolo”, riposa e matura insieme a condimenti che è possibile assaggiare nella tenuta Venturini Baldini chiedendo una degustazione guidata. La produzione questo “elisir unico”, supervisionata dall’apposito Consorzio di Reggio Emilia è soggetta ad un severo disciplinare: «per la produzione dell’Aceto balsamico tradizionale di Reggio Emilia” il mosto cotto è sottoposto a fermentazione zuccherina ed ossidazione acetica in locali tradizionali di produzione […] senza addizione di altre sostanze fatta eccezione dell'eventuale innesto delle colonie batteriche note con il nome di “madre”». - - SEGUE - -

Leggi tutto...
 
WINE - Venturini Baldini, Lambrusco, bollicine innovative
NUOVO SITO - Food & Wine
Scritto da Eva Panitteri   

Image

DEGUSTANDO - Percorrendo la Via Emilia si incontrano i 32 ettari di vigneti della tenuta Venturini Baldini, azienda storica, oggi biologica, produttrice di Vini e di Aceto balsamico tradizionale di Reggio Emilia. Incastonati nella più ampia cornice di una tenuta di 130 ettari sulle colline a cavallo tra Parma e Reggio Emilia, appartengono ad un’azienda che, nella sua offerta di prodotti ed ospitalità, si integra con le realtà produttive che le stanno intorno per fare sistema e promuovere insieme il territorio: ristorazione, cosmetica, produzione di miele solo per citarne alcune. - - SEGUE - -

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 30 di 1947
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB