spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Settembre 2017 Ottobre 2017 Novembre 2017
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 39 1
Settimana 40 2 3 4 5 6 7 8
Settimana 41 9 10 11 12 13 14 15
Settimana 42 16 17 18 19 20 21 22
Settimana 43 23 24 25 26 27 28 29
Settimana 44 30 31
 


AFFI

Lobby EU Donne

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Numero 79


Numero 79 - 31 ottobre 2009



Sicurezza: forze dell'ordine in piazza contro le bugie del governo

Image
Roma - 28 ottobre 2009
ROMA - Le forze dell'ordine dicono basta alle strombazzate del governo sulla sicurezza che non ingannano più nessuno. Dicono basta loro, che in gran numero questo governo lo hanno votato, e si ritrovano con il contratto scaduto da due anni, e la proposta di un "esiguo ed offensivo" aumento mensile di 2€ lordi per la specificità e 40€ lordi in busta paga. Quello che il governo non dice quando fa la sua propaganda, è che nelle questure e negli uffici mancano cose come i toner per le stampanti e la cancelleria, che c'è chi si porta da casa la carta igenica, che i 'colleghi' delle zone terremotate d'Abruzzo ancora vivono, lavorano ed alloggiano nelle tendopoli, in barba ad ogni criterio di sicurezza. Il ministro Brunetta li ha insultati: ma i "fannulloni" ed i "panzoni" come li ha apostrofati nel tempo, non s'incantano più: loro sanno che mancano i fondi per gli affitti e molti uffici sono sotto sfratto, come sanno che non ci sono soldi per riparare le auto nè per fare il pieno per uscire in pattugliamento.

Insomma, le forze armate si sono stufate, ed imbracciate le bandiere dei sindacati (una ventina, tra cui le maggiori sigle come Siulp, Sap, Silp per la Cgil, insieme ai sindacati della marina, della finanza, del corpo delle guardie forestali e della polizia penitenziaria) hanno incrociato le braccia e sono scesi in piazza il 28 ottobre nella capitale per chiedere al governo quel confronto che incredibilmente manca. La Capitale accoglie la manifestazione delle donne e degli uomini in divisa (sentita l'assenza del Cocer Carabinieri), e Di Pietro e Bersani si uniscono a questi manifestanti venuti da tutta Italia per segnalare le mille ipocrisie ed incoerenze di un governo che in campagna elettorale aveva fatto della sicurezza il proprio cavallo di battaglia.

Leggi tutto...
 
Pace senza paura

ImagePALESTINA - La Commissione internazionale delle donne per una giusta e durevole pace israelo-palestinese (IWC) ha organizzato una delegazione di deputate ed ex deputate del Parlamento europeo in Israele e Palestina dal 24 ottobre al 29 Ottobre. L'IWC, composto da donne palestinesi, israeliane e internazionali, istituito nel 2005 sotto gli auspici di UNIFEM, nasce a sostegno di una pace giusta e sostenibile tra Israele e Palestina, e si muove con l'obiettivo di rafforzare il ruolo delle donne nella costruzione della pace, facendo vedere alle partecipanti con i propri occhi le "realtà sul campo", e dando loro accesso diretto a informazioni sulla situazione del conflitto israelo-palestinese.

Leggi tutto...
 
Disoccupazione: "aumenterą entro fine anno"

ImageCRISI - Mentre perdura il negazionismo del governo sulla cirsi economica, e dalla maggioranza continuano rassicurazioni verbali senza azioni concrete a salvaguardia di posti di lavoro e lavoratori, Berlusconi afferma: "la ripresa è iniziata, seppure lentamente". Di parere contratio il governatore della Banca d'Italia Draghi che, dopo l'annuncio della perdita di 650mila posti di lavoro dall'inizio dell'anno, smentisce il cavaliere.

Leggi tutto...
 
Minori stranieri e comunicazione: le linee guida

ImageROMA - L'ordine dei Giornalisti e la Federazione della stampa italiana, nel corso di un incontro presso la sede romana dell'AICCRE il 29 ottobre, si sono impegnati ad un più attento modo di scrivere nelle questioni che riguardano i minori stranieri e la giustizia minorile. Nuove linee guida”, dunque, per un patto tra istituzioni, società civile e mezzi di informazione, per promuovere un giornalismo più attento e rispettoso dei diritti dei minori e delle minori.

Leggi tutto...
 
Pari Opportunitą: l'osservatorio delle universitą

ImageROMA - Il 5 novembre, in Campidoglio, gli atenei romani presenteranno "L'Osservatorio Interuniversitaro sugli studi di genere, parità e pari opportunità". Un progetto per favorire sul tema delle PO un confronto a più voci che coinvolga attori di ambiti diversi, e crei "sinergie con gli attori del mondo istituzionale, per un effettivo progresso della condizione femminile" . Dalle 16:30, sala della Protomoteca. Introduce Francesca Brezzi. Coordina Ritanna Armeni. Per il programma e maggiori informazioni cliccare qui.

 
Vincere la crisi con il lavoro delle donne

ImageROMA - Nessun diritto, nessuna conquista, oggi, si può dire data per sempre. Per costruire e mantenere una rete di diritti diffusi e riconosciuti, scriveva Francheschini nel suo discorso alle donne da Palermo il 23 ottobre in vista delle primarie, bisogna riconoscere e valorizzare il ruolo delle donne. Pur sapendo che "siamo fra i paesi europei con il più alto differenziale salariale fra uomini e donne, a parità di mansione. Che vuol dire che il lavoro è uguale, ma una donna è pagata di meno. [...] Sarebbe questa la piena occupazione di cui si parla tanto frequentemente?" E' arrivato il momento di togliere il velo di ipocrisia e dire le cose come stanno. "Lo dico al governo: per uscire dalla crisi l’Italia ha bisogno delle donne, del loro lavoro, dei loro talenti."

Leggi tutto...
 
Rispetto per corpo ed immagine delle donne

ImageROMA - Tra i numerosi temi affrontati da Francheschini nella lettera alle donne scritta in vista delle primarie di fine ottobre, anche la questione dell'uso distorto e commerciale del corpo femminile, giunto a livelli "insopportabili" : la televisione,-scriveva l'ex leader del PD- propone sempre di più "corpi femminili come oggetti" e "donne come oggetto di largo consumo", un "modello che sta viziando e inquinando la nostra cultura [...] Ecco la mia proposta: si faccia il una legge antisessista, che sanzioni i comportamenti contro la dignità delle donne, a partire dai media e dalla carta stampata."

Leggi tutto...
 
Prigioni o lagher?

ImageROMA - Sempre più numerosi i decessi nelle carceri italiane: tra gennaio e ottobre 2009, morti 146 detenuti (142 nel 2008), 59 i suicidi (contro i 39 dello stesso periodo del 2008). Sono 65mila i detenuti attualmente reclusi nelle carceri italiane: 20mila in più rispetto al numero effettivo dei posti disponibili. Ogni due giorni muore un detenuto e il 2009 è l’anno nero per i suicidi. Attenzione anche al caso Cucchi, il trentunenne morto in circostanze ancora da accertare dopo la detenzione a Regina Coeli. Il corpo del giovane, con il volto tumefatto, i denti spezzati, lividi e lesioni in tutto il corpo, è stato restituito alla famiglia il 22 ottobre.

Leggi tutto...
 
Solidarietą ai cronisti minacciati

Image(FNSI) - Dichiarazione di Alberto Spampinato, direttore di Ossigeno per l'informazione, osservatorio FNSI-Ordine dei Giornalisti sui cronisti minacciati e le notizie oscurate con la violenza: “Le nuove minacce di morte, rese note a Potenza, al giornalista Nello Rega di Televideo Rai ripropongono il problema di scoprire mandanti ed esecutori di questo tentativo di imbavagliare con la violenza una voce libera dell'informazione. Ripropongono inoltre l'esigenza di rafforzare senza ulteriori indugi le misure di sicurezza per garantire l'incolumità personale del minacciato.

Leggi tutto...
 
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB