spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Settembre 2017 Ottobre 2017 Novembre 2017
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 39 1
Settimana 40 2 3 4 5 6 7 8
Settimana 41 9 10 11 12 13 14 15
Settimana 42 16 17 18 19 20 21 22
Settimana 43 23 24 25 26 27 28 29
Settimana 44 30 31
 


AFFI

Lobby EU Donne

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Numero 34


Numero 34 - 11 marzo 2008



Legge 194, obiettori, e storie da non dimenticare

ImageROMA - Esistono storie che non vorremmo sentire, seppure di donne che le vogliono raccontare. Esistono storie capaci di unire percorsi del passato a rinnovati impegni per il futuro. L'oscena campagna contro l’applicazione della legge 194/78, porta storie di donne e di mala sanità che entrano nelle nostre case. L'opposizione al diritto all'aborto, porta con se un odio sommerso. E molti sono i casi di premialità per chi, dipendente pubblico, obietta all’interno di strutture pubbliche all’applicazione di una legge dello stato. Così sempre più spesso le donne che abortiscono senza mezzi termini vengono insultate, chiamate assassine, etichettate. Spogliate delle loro storie, invece di capire, leggere, ascoltare. Per trasformare stereotipi, abusi e storture, in esperienze di tutti per non dimenticare, Margherita scrive. Per non subire più. E per non permettere che una storia smile alla sua si possa ripetere. Margherita è una donna vera, come veri sono il suo nome, la sua età, e la storia che ci testimonia.

 

Leggi tutto...
 
Apre in Italia il primo centro nazionale per le malattie rare

ImageROMA – Il 29 febbraio è si è celebrata con un seminario la prima giornata Europea dedicata alle persone affette da malattie rare. Nella stessa data è stato inaugurato un Centro nazionale per le malattie rare, creato presso l'Istituto superiore di sanità guidato da Domenica Taruscio, una struttura che "si avvale di 35 ricercatori" per attività che "spaziano dallo studio della patogenesi al controllo di qualità sui test genetici, dall'aggiornamento del registro nazionale delle malattie rare e dei farmaci orfani alla valutazione dei bisogni dei pazienti". L'Italia, ha sottolineato la ministra della Salute Livia Turco, intervenuta al seminario, "è una grande eccellenza in questo campo: grazie al Centro nazionale, alla rete e alla Consulta delle associazioni, grazie agli stanziamenti per la ricerca".

Leggi tutto...
 
Franca Rame al Mamiani e "l'invidia dell'Utero "

ImageRoma. "Sono venuta quì per parlare di legge 194, di violenza sessuale, se lo volete, ma non di questa vicenda meschina delle scritte". E con queste parole che Franca Rame apre il dialogo con gli studenti del Mamiani, assiepati nella palestra. L'hanno invitata a partecipare ad un'assemblea straordinaria organizzata dal collettivo studentesco del liceo il 29 scorso, dopo che sulle mura esterne del liceo erano apparse scritte di stampo neofascista. Una recitava "A Franca Rame gli è piaciuto" con esplicito riferimento allo stupro "politico" subito dalla donna, oggi senatrice, nel marzo del 1973.

Leggi tutto...
 
Nel Lazio seminari contro la tratta
ImageROMA - Il 12 e 13 marzo prossimi, presso l’auditorium di via Rieti 11, a partire dalle 9.00, si terrà il primo di sette seminari del progetto VIE D’USCITA, finalizzato alla formazione di una rete e ad interventi contro la tratta di esseri umani. Presiederà i lavori Silvia Costa, assessore formazione alla Regione Lazio. Esperti in traffiking si confronteranno sui vari aspetti del fenomeno ponendo al centro i poteri locali e regionali nella lotta alla tratta di esseri umani. Nel corso del seminario verrà diffusa la ricerca che analizza lo stato del fenomeno nella Regione Lazio. I successivi incontri si terranno nelle province laziali tra aprile e maggio 2008, mentre la conferenza finale è prevista a Roma il prossimo giugno.
Leggi tutto...
 
Brillante idea Santanchè: fuori i bimbi "clandestini" dai nostri asili

ImageROMA - "Fuori a calci nel sedere i clandestini dal nostro Paese". Così ha dichiarato Daniela Santanchè, candidata premier per La Destra, dai microfoni di Radio Anch'io l'11 marzo. Parole d'ordine per una campagna elettorale forte di grandi battaglie: via gli irregolari dall'Italia, fuori i loro figli da scuole ed asili... "Perchè dobbiamo farci andare i clandestini?" Nel programma -sottolinea Santanchè- "c'è l'idea di ridare l'Italia agli italiani". Espellere bambini da scuole ed asili dovrà essererle di certo sembrata l'azione più coraggiosa con cui cominciare! Pessima collezione di fobie, stereotipi ed intolleranze, signora Santanchè, e progetti che nè in campagna elettorale -nè mai- avremmo voluto sentire!

 
Appello degli uomini in difesa della Legge 194

ImageROMA - Un appello degli uomini della CGIL Lombardia -che riceviamo e volentieri diffondiamo- invita gli uomini ad intervenire a fianco di tutte le donne, in difesa della legge 194, contro il violento clima proibizionista scatenato, anche col contributo del giornalista Giuliano Ferrara. "E’ difficile prendere la parola -si legge nell'appello- eppure non riusciamo a rimanere inerti di fronte alla violenza che la nuova campagna antiabortista sta agendo nei confronti delle donne. Perché il nostro silenzio ci fa sentire complici."

Per aderire: Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

mettendo nell'oggetto della mail: "adesione appello uomini 194"

Leggi tutto...
 
Il riconoscimento dei diritti delle donne è l'affermazione dei diritti umani

ImageNEW YORK - La 52esima sessione della Commissione delle Nazioni Unite sulla condizione delle donne si è svolta a New York dal 25 febbraio al 7 marzo 2008. Tra i temi principali i "Finanziamenti per le politiche di pari opportunità e l'empowerment femminile", con particolare attenzione alle risorse per l'uguaglianza di genere, come già indicato nel 1995 durante la Quarta Conferenza mondiale sulle Donne di Pechino. «Ovunque nel mondo, in Europa, in Italia -si legge nel discorso della Ministra Barbara pollastrini- è troppo grande il divario tra quanto le donne rappresentano in termini di sapere, lavoro, talenti e quanto loro offrono istituzioni e società».

Leggi tutto...
 
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB