spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Novembre 2017 Dicembre 2017 Gennaio 2018
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 48 1 2 3
Settimana 49 4 5 6 7 8 9 10
Settimana 50 11 12 13 14 15 16 17
Settimana 51 18 19 20 21 22 23 24
Settimana 52 25 26 27 28 29 30 31
 


AFFI

Lobby EU Donne

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Numero 35


Numero 35 - 15 marzo 2008



La Cina che non vorremmo vedere

ImageTIBET- Le proteste dei monaci buddhisti e del popolo tibetano in atto in queste ore a Lhasa, vanno sostenute: per il rispetto dei Diritti Umani e delle libertà fondamentali di parola, di opinione, di assemblea, e per il rispetto delle vite che in queste battaglie stanno andando perse. Ma la condanna all’operato della Cina, sulla brutale repressione militare culminata con decine di arresti e contro le violenze che si susseguono in questi giorni in tutto il Tibet e nei grandi monasteri di Ganden, Sera e Drepung, oltre a dover essere unanime, è sopratutto doverosa. Nonostante sia "impossibile boicottare le Olimpiadi" come denuncia una vignetta di Ellekappa dalle pagine di Repubblica (15 marzo), perchè "si rischierebbe un incidente diplomatico con gli sponsor”, la protesta corre sul web. Uno dei maggiori problemi della Repubblica Popolare Cinese –secondo il Dalai Lama, Premio Nobel per la Pace 1989- è l’incapacità di comprendere che con l'uso della forza delle armi non si otterrà nessuna stabilità duratura. Soprattutto nell’imminenza di quelle Olimpiadi, che prima di tutto dovrebbero incarnare l'espressione dei valori del dialogo globale.

Leggi tutto...
 
Parlamento Europeo: Rete internazionale donne e politica

ImageBruxelles - Si susseguono le iniziative del parlamento europeo in tema di rappresentanza politica delle donne. Mercoledì 3 marzo è stata inaugurata la Rete internazionale di conoscenza sulle Donne in Politica. La rete è stata creata per migliorare la partecipazione delle donne al processo decisionale tramite lo scambio di informazioni, e il sostegno alle reti di donne in tutto il mondo. L'obiettivo è quello di migliorare l'influenza e la responsabilità politica delle donne anche attraverso un adeguata pressione da esercitare nei confronti dei Partiti politici " guardiani dello spazio politico". la prima richiesta candidare e fare eleggere più donne ....

Leggi tutto...
 
UE: un rappresentante per i diritti delle donne

ImageBruxelles - Via libera del Parlamento europeo a un rappresentante per i diritti delle donne. Un appello per la nomina da parte del parlamento UE di un inviato/a per i diritti delle donne. Lo ha chiesto in occasione delì’8 marzo la presidente dei verdi all’Euro parlamento Monica Frassoni ed ha aggiunto “L’unione europea manda in giro per il mondo inviati in vari luoghi geografici noi vorremmo avere un inviato/a per un tema che è quello della partecipazione effettiva delle donne nella loro società, in Europa, ma anche fuori, perché l’esclusione delle donne da vari luoghi per questioni di reddito ma anche politiche è una realtà.

 

 
Crisi umanitarie dimenticate dai media: il Rapporto di Medici Senza Frontiere

ImageROMA - Medici Senza Frontiere ha presentato il nuovo rapporto sulle crisi umanitarie dimenticate dai media nel 2007. Una “top ten” delle crisi più ignorate, realizzata in collaborazione con l’Osservatorio di Pavia, che analizza lo spazio che vi hanno dedicato i principali telegiornali in Italia. La tendenza "è quella di parlare di contesti di crisi solo laddove riconducibili a eventi e/o personaggi italiani o comunque occidentali" mentre "alla malnutrizione, che ogni anno uccide 5 milioni di bambini sotto i 5 anni, sono state dedicate solo 18 notizie, la maggior parte delle quali in relazione a generici appelli del Papa conto la fame nel mondo." Le dieci crisi umanitarie più ignorate sono: Somalia, Zimbabwe, tubercolosi, malnutrizione infantile, Sri Lanka, Repubblica Democratica del Congo, Colombia, Myanmar, Repubblica Centrafricana e Cecenia.

Leggi tutto...
 
Iran - Oscurantismi ed oscuramenti: chiuso Zanan il giornale di Shahla Sherkat

ImageIRAN - Ennesimo sussulto oscurantista in Iran, dove diritti e libertà sembrano sempre più restringersi, per farsi appannaggio di ologarchi oscuri e retrogradi: Shahla Sherkat, giornalista da 28 anni, laureata anche in psicologia, era editrice e direttora del mensile "Zanan" (Donne) a Teheran, giornale scomodo, che proprio di recente è stato chiuso. Proveniente dall’ esperienza di direttrice del settimanale filogovernativo "Zan-e Rouz" (Donna oggi), culminata con una estromissione a causa del suo disaccordo sul tipo d’immagine che si dava della donna, immagine cara governo iraniano esclusivamente conservatrice e religiosa, Shahla Sherkat fondava il suo nuovo quotidiano nel 1991. Unico mensile iraniano nel campo dei diritti delle donne, è stato chiuso perché secondo il regime «turba gli animi e le coscienze».

Leggi tutto...
 
La storia di Margherita: “abiezioni” di coscienza ed interruzione di gravidanza volontaria

ImageROMA - Siamo al secondo appuntamento con Margherita e la sua storia, quella di una donna che nel proprio percorso di interruzione di gravidanza volontaria, incontra l’opposizione (l’ostruzionismo?) degli obiettori di coscienza di cui pullulano le strutture sanitarie pubbliche italiane. Nella seconda parte di questa vicenda, dopo la conferma di una grave malformazione del feto “incompatibile con la vita”, Margherita e suo marito decidono di ricorrere all’interruzione di gravidanza volontaria (IGV): un percorso in cui Margherita sarà ostacolata, umiliata, ferita, isolata. Per certi versi anche disprezzata.

Leggi tutto...
 
Aborto, la parola alle donne: basta slogan, lasciateci in pace!

ImageROMA - Sono tante le donne che sulla questione dell’aborto hanno voluto scrivere. Tante le voci che hanno sentito  voglia e dovere di partecipare. Quella che proponiamo di seguito è una lettera dalla rubrica di Concita De Gregorio, pubblicata sulla rivista D La Repubblica delle Donne. Un appello asciutto, risoluto, ed al contempo delicato, per invitare chi non conosce il cuore ed il corpo delle donne a lasciarle in pace, libere di decidere, smettendola di scandire slogan senza poter sapere cosa voglia dire essere donna madre figlia amante compagna, tutto insieme.

Leggi tutto...
 
Padri violenti e figli indifesi

ImageUSA - Storie di famiglia e storie di violenza - Daniel Collins un padre 39nne di Mencie, cittadina americana dell’Indiana, ha portato i suoi due figli nella sua fattoria di campagna per “insegnargli a uccidere”. Uno immagina che volesse insegnar loro ad uccidere polli e conigli, ma non era questa l’intenzione. Ha dato in mano al figlio di 11 anni un coltello e gli ha chiesto di uccidere la gatta di famiglia. Il ragazzino ha cercato di salvare la micetta bianca e nera...

Leggi tutto...
 
Giovani donne nigeriane vendute

ImageFOGGIA - E' iniziata a luglio del 2006 l'indagine che ha permesso di arrestare un gruppo organizzato di criminali nigeriani e liberiani dediti alla tratta e al traffico di giovani donne nigeriane da destinare al mercato italiano della prostituzione. L'indagine ha avuto origine dal coraggio e dalla denuncia di una giovane donna nigeriana, importata in Italia e costretta a prostituirsi sulle principali strade della Capitanata. Una volta riuscita a sfuggire agli aguzzini, li ha accusati ed ha consentito di identificare e smantellare l'intera organizzazione. Gli arrestati esercitavano nei confronti delle giovani donne un "diritto di proprietà" ovvero vera e propria schiavitù. Le accompagnavano e prelevavano dal "lavoro". le picchiavano in caso di scarsi "guadagni".

Leggi tutto...
 
Lenti a contatto: possono danneggiare la vista

ImageMILANO - Ogni giorno in Italia una persona perde un occhio a causa del cattivo uso delle lenti a contatto. L'allarme è di Matteo Piovella, segretario della Società Oftalmologica Italiana (SOI). Per evitare questi esiti negativi la società scientifica ha sentito il bisogno di fornire un'informazione adeguata ai 2 milioni di portatori di lenti a contatto incaricando Nextplora di una indagine sugli utilizzatori italiani. Ne esce una fotografia poco confortante: sono per lo più donne e persone di età compresa fra 25 e 34 anni, con stile di vita trendy ...

Leggi tutto...
 
Settimana della prevenzione dei tumori

ImageDal 21 al 30 marzo iniziativa Lilt con olio in piazza.

ROMA, 14 MAR - La prevenzione dei tumori 'scende in piazza': si svolgera' dal 21 al 30 marzo la 7/a edizione della settimana per la prevenzione oncologica. E' uno dei principali appuntamenti della Lega Italiana per la lotta contro i tumori (Lilt). Il simbolo sara' l'olio extra vergine d'oliva, alleato del benessere per le sue qualita' protettive. Una bottiglia di olio sara' consegnata nelle piazze con l'opuscolo informativo in cambio di un contributo. Si potra' anche contribuire con un sms al numero 48585.

 
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB