spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Agosto 2017 Settembre 2017 Ottobre 2017
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 35 1 2 3
Settimana 36 4 5 6 7 8 9 10
Settimana 37 11 12 13 14 15 16 17
Settimana 38 18 19 20 21 22 23 24
Settimana 39 25 26 27 28 29 30
 


AFFI

Lobby EU Donne

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Numero 50 arrow Bambini soldato: continuano sequestri e violenze a scopo arruolamento
Bambini soldato: continuano sequestri e violenze a scopo arruolamento PDF Stampa E-mail
Scritto da Surfing   
domenica 05 ottobre 2008

ImageCONGO – Continuano i sequestri di bambini ai fini dell’arruolamento nelle fila della guerriglia: a fine settembre “ribelli ugandesi rapivano 90 bambini nell’est”. Secondo Amnesty International «per ogni due bambini soldato rilasciati, cinque vengono rapiti e arruolati». Lo si legge nel nuovo rapporto sulla guerra in corso nella provincia del nord Kivu, nell'est della Repubblica Democratica del Congo, pubblicato il 29 settembre.

Tra questi bambini, alcuni vengono nuovamente reclutati dopo la liberazione ed il ricongiungimento alle proprie famiglie: secondo Amnesty, degli ex bambini soldato che erano stati riuniti alle loro famiglie nel nord Kivu nell'ambito del programma nazionale di smobilitazione, circa la metà sarebbero stati reclutati di nuovo dai gruppi armati “proprio la loro precedente esperienza li rende di gran valore e li espone a maggiori rischi”. Lo afferma Andrew Philip, esperto di Repubblica Democratica del Congo di Amnesty International, che ha raccolto testimonianze oculari nella regione.


Terribili violazioni anche per le bambine e le donne nelle zone orientali della Repubblica Democratica del Congo: "la situazione nel nord Kivu è sconvolgente" segnala ancora Andrew Philip. "I gruppi armati e le forze governative continuano a violentare donne e ragazze. Vengono violentate persino le bambine e le anziane, alcune hanno subito stupri di gruppo. Le violenze vengono commesse in pubblico, alla presenza dei familiari, compresi i bambini."

Ultimo aggiornamento ( domenica 05 ottobre 2008 )
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB