spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Ottobre 2017 Novembre 2017 Dicembre 2017
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 44 1 2 3 4 5
Settimana 45 6 7 8 9 10 11 12
Settimana 46 13 14 15 16 17 18 19
Settimana 47 20 21 22 23 24 25 26
Settimana 48 27 28 29 30
 


AFFI

Lobby EU Donne

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Argomenti arrow Lavoro&pari opportunità arrow Pari Opportunità arrow Rapporto unicef 2007: al mondo serve l'uguaglianza di genere
Rapporto unicef 2007: al mondo serve l'uguaglianza di genere PDF Stampa E-mail
Scritto da Eva Panitteri   
venerdì 09 febbraio 2007

ImageDonne e bambini al centro del Rapporto UNICEF "La condizione dell'infanzia nel mondo 2007". Temi centrali, la promozione dell'uguaglianza di genere ed il potenziamento del ruolo delle donne. Solo interventi e mutamenti sociali in questo senso consentiranno il raggiungimento di obiettivi come “la riduzione della povertà e della fame nel mondo, l'istruzione universale, la lotta all'HIV/AIDS, alla malaria e alle altre malattie dell'infanzia,” contribuendo al contempo a garantire la sostenibilità ambientale. Ne è convinta l’UNICEF, da tempo impegnata su questi temi. Un maggiore coinvolgimento delle donne in politica, sostiene ancora il rapporto, ha ricadute positive sulla condizione dei bambini: "l'influenza delle donne nelle decisioni più importanti migliora non solo la loro vita ma anche quella dei figli, con effetti positivi sul benessere dei bambini e sul loro sviluppo. Prove crescenti indicano –sia nei paesi industrializzati come in quelli in via di sviluppo- come le donne parlamentari siano particolarmente attente alle esigenze di crescita e di tutela dell'infanzia2. Ma a luglio 2006, le donne parlamentari erano meno del 17% in tutto il mondo.

«Se abbiamo a cuore la salute e il benessere dei bambini, oggi e per il futuro, dobbiamo agire subito, per garantire che donne e bambine abbiano eguali opportunità d'istruzione, di partecipazione al governo, di autosufficienza economica e di protezione da violenza e discriminazione», ha dichiarato Ann Veneman, direttore generale dell’Unicef.

Nonostante i molti progressi degli ultimi decenni, per milioni di donne e bambine discriminazione, mancanza di potere e povertà sono ancora la realtà quotidiana.


Donne e bambine sono colpite dall'HIV/AIDS in modo sproporzionato rispetto agli uomini, e nella maggior parte dei posti di lavoro guadagnano meno degli uomini a parità di lavoro.

Milioni di donne in tutto il mondo sono soggette a violenze fisiche e sessuali, con limitata possibilità di ricorso alla giustizia. A causa della discriminazione di genere, le bambine hanno minori probabilità di andare a scuola: nei Paesi in via di sviluppo, quasi una bambina su 5 iscritta alla scuola primaria non completa gli studi. Il livello di istruzione femminile, rileva il rapporto, risulta correlato a migliori prospettive di sopravvivenza e sviluppo per i bambini.


Commentando il rapporto, Anders B. Johnsson, Segretario generale dell'Unione interparlamentare, ha dichiarato: «Vi sono legami evidenti tra la rappresentanza politica delle donne e il benessere dei bambini. La "Condizione dell'infanzia nel mondo", che costituisce un punto di riferimento globale per tutte le tematiche riguardanti l'infanzia e una risorsa vitale per noi tutti, dimostra questo dato fondamentale in più di una circostanza.»

 

 

Scarica il rapporto Unicef 2007 -o i singoli capitoli- collegandoti al sito:

http://www.unicef.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/2878

(Fonte UNICEF dal sito www.unicef.it)

Ultimo aggiornamento ( venerdì 09 febbraio 2007 )
 
< Prec.
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB