spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Ottobre 2017 Novembre 2017 Dicembre 2017
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 44 1 2 3 4 5
Settimana 45 6 7 8 9 10 11 12
Settimana 46 13 14 15 16 17 18 19
Settimana 47 20 21 22 23 24 25 26
Settimana 48 27 28 29 30
 


AFFI

Lobby EU Donne

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Numero 51 arrow Spagna: sociale e pari opportunitą contro la crisi
Spagna: sociale e pari opportunitą contro la crisi PDF Stampa E-mail
Scritto da EP   
sabato 11 ottobre 2008

ImageMADRID – Il governo Zapatero da qualche tempo alle prese con una fase di calo di consensi, punta sul rinnovamento delle politiche sociali per un rilancio. Si legge su L’Espresso del 9 ottobre: «Assicura la deputata Elena Valenciano, responsabile nel Psoe delle relazioni internazionali: “Le leggi sociali sono il nostro marchio distintivo. Vogliamo una società moderna e con più uguaglianza tra uomo e donna.”» Previste innovazioni in tema di aborto, di eutanasia, di contrasto alla violenza di genere, ed in materia di cura. Previste misure di sostegno per i redditi più bassi, e sussidi per la disoccupazione.

Secondo i socialisti, solo attraverso la valorizzazione del ruolo delle donne sarà possibile realizzare uno stato più giusto ed efficiente.


VIOLENZA DI GENERE - Attualmente si studia un perfezionamento della legge contro le violenze di genere. «Commenta la Valenciano: “La prima conferenza del presidente del consiglio con le comunità autonome avrà come unico ordine del giorno proprio la legge contro la violenza di genere, per dibattere sull’effettiva applicazione delle norme che puniscono questa aberrante forma di oppressione che subiscono le donne. Anche se siamo di fronte a processi culturali molto lunghi, già possiamo apprezzare i risultati positivi di questa riforma.” Dalla sua entrata in vigore (2005) il governo ha investito 800 milioni. Le denunce sono aumentate del 72,1% e l’89,6% delle donne ha chiesto protezione e l’ha ottenuta. Trecentomila le persone condannate per maltrattamenti di cui 53.282 sono finite in prigione (ci sono 458 tribunali che se ne occupano, di cui 92 dedicati solo a questo reato).


CURA - Ottimi risultati sta dando anche la legge di dipendenza, entrata in vigore 18 mesi fa. Ha l’obiettivi di offrire assistenza statale alle persone non autosufficienti, per liberare le donne da questo carico sociale, da una parte offrendo l’aiuto di istituzioni specializzate, dall’altra garantendo compensazioni economiche a chi assiste i malati. »


ABORTO - Una nuova legge sull’aborto, pronta nei primi mesi del 2009, consentirà l’interruzione di gravidanza entro le prime 14 settimane, senza che le donne debbano fornire alcuna giustificazione. Forti e violente le polemiche, soprattutto perché la destra ed alcuni intellettuali non ritengono queste modifiche alla legge già esistente, una priorità.


EUTANASIA - Aperture anche nei confronti della dolce morte che, per il ministro della sanità Bernatt Storia, dovrebbe consentire “una morte degna, senza sofferenze inumane per motivi ideologici”, ed intervanti di protezione sociale, per contrastare gli effetti della crisi economica che si avvicina: pensionati, disoccupati e dipendenti pubblici potranno contare rispettivamente su aumento delle pensioni minime, sussidi, ed incremento dei salari.


Etica e fair play suggeriscono la scelta di un congelamento degli stipendi dei parlamentari (5.000 euro mensili). Ma l’opposizione incalza: «”I progetti sociali servono solo per confondere le acque e distogliere l’attenzione dai problemi che stanno facendo affondare l’economia […] i socialisti continuano a proporre misure che non incidono sulla sostanza della crisi.” »


All’opposizione spagnola suggeriamo un confronto con i provvedimenti che al momento si stanno mettendo in atto in Italia in termini di “sicurezza”, “giustizia”, razzismi, scuola, per non parlare della questione Alitalia e delle richieste di Confindustria che (di fatto) invocano il sostegno di stato all’imprenditoria... Altro che Spagna!

Ultimo aggiornamento ( sabato 11 ottobre 2008 )
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB