spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Marzo 2017 Aprile 2017 Maggio 2017
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 13 1 2
Settimana 14 3 4 5 6 7 8 9
Settimana 15 10 11 12 13 14 15 16
Settimana 16 17 18 19 20 21 22 23
Settimana 17 24 25 26 27 28 29 30
 


AFFI

Lobby EU Donne

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Argomenti arrow Politica arrow Politica Italiana arrow Irruzione neofascisti alla Rai. Per FNSI: «segnale molto preoccupante per il nostro Paese»
Irruzione neofascisti alla Rai. Per FNSI: «segnale molto preoccupante per il nostro Paese» PDF Stampa E-mail
Scritto da Eva Panitteri   
mercoledì 05 novembre 2008

ImageROMA – La violenza dei militanti di estrema destra rialza la testa, dando vita ad una scia di azioni "dimostrative" che non conosce interruzione. A partire dal giorno stesso del responso delle urne, quando il Pdl di Berlusconi torna alla governo. Ultimo exploit ad allungare la lista nera (qui la definizione calza!), è l'attacco alla sede Rai di via Teulada del 3 novembre: una trentina di ultrà di simpatie neofasciste, lunedì notte scavalca i cancelli, lancia uova contro le pareti e "produce" un video delle proprie "gesta" da immettere su You Tube per "vendicarsi" dei contenuti della trasmissione di Rai3 "Chi l'ha visto?", condotta da Federica Sciarelli, che poche ore prima mostrava un filmato sulle aggressioni della settimana scorsa in piazza Navona. Come ai "bei tempi andati", per le vie della capitale si aggirano gruppi di "guastatori" organizzati…


«È la prima volta che gli uffici e gli studi della Rai vengono assaliti con proditoria violenza - afferma una nota della Fnsi -. Questo non è assolutamente accettabile ed è un segnale molto preoccupante per il nostro Paese».

Ultimo aggiornamento ( mercoledì 05 novembre 2008 )
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB