spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Agosto 2017 Settembre 2017 Ottobre 2017
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 35 1 2 3
Settimana 36 4 5 6 7 8 9 10
Settimana 37 11 12 13 14 15 16 17
Settimana 38 18 19 20 21 22 23 24
Settimana 39 25 26 27 28 29 30
 


AFFI

Lobby EU Donne

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Argomenti arrow Brevi Italia arrow Costume & Società arrow IPERSEX: ovvero come i modelli distorti degli adulti nuocciono ai giovani
IPERSEX: ovvero come i modelli distorti degli adulti nuocciono ai giovani PDF Stampa E-mail
Scritto da EP   
lunedì 26 gennaio 2009

ImageSOCIETÀ - Viviamo in una cultura ossessionata dal sesso, fotografato, vissuto, immaginato, violento, virtuale, rubato. In una forzata sovra-esposizione, sempre meno evitabile, sempre più imposta e subita, che arreca danno soprattutto allo sviluppo ed alla vita sociale delle ragazze. Una tendenza che, nello spacciare il falso messaggio che l'aspetto fisico sia più importante di tutto, studio e cultura comprese, sta causando non pochi problemi nel mondo occidentale. Tanto che dai paesi anglosassoni si sta correndo ai ripari con una controffensiva che prevede, tra l'altro, l'educazione sessuale a scuola per giovani e giovanissimi, e messaggi pubblicitari per educare ragazze e ragazzi al rispetto di sé e degli altri.


«L’ipersessualizzazione dell’adolescenza è la moneta corrente di un mondo mediatico affamato di nuovi segmenti di mercato. E di ragazzine

«Il sesso in tv è raddoppiato negli ultimi anni», dice Anita Chandra, di Rand Corp., responsabile della ricerca pubblicata su Pediatrics. «L’esposizione a questo contenuto, anche se non è l’unico fattore, incrementa fortemente negli anni la possibilità di mettere incinta o di rimanere incinta». Adesso bisogna capire perché, ma una cosa sembra certa: in tv il sesso è davvero tanto, viene trattato in maniera esclusivamente ludica, senza mostrare e discutere i risultati possibili dell’attività sessuale, dalle gravidanze indesiderate alle malattie veneree. (pubblicato su: D La Repubblica delle Donne) di Mara Accettura

 

Ultimo aggiornamento ( lunedì 26 gennaio 2009 )
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB