spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Marzo 2017 Aprile 2017 Maggio 2017
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 13 1 2
Settimana 14 3 4 5 6 7 8 9
Settimana 15 10 11 12 13 14 15 16
Settimana 16 17 18 19 20 21 22 23
Settimana 17 24 25 26 27 28 29 30
 


AFFI

Lobby EU Donne

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Argomenti arrow Politica arrow Politica Italiana arrow In difesa della Costituzione e di Giorgio Napolitano
In difesa della Costituzione e di Giorgio Napolitano PDF Stampa E-mail
Scritto da I.Giacobbe   
lunedì 09 febbraio 2009

ImageSi moltiplicano in tutta Italia le iniziative in difesa della Costituzione dopo le ignobili dichiarazioni di Berlusconi sulla “Costituzione Sovietica”. Dichiarazioni precedute dall’attacco al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che, chiamato a sottoscrivere un decreto legge palesemente incostituzionale, non lo ha firmato. Nonostante gli uffici giuridici della Presidenza della Repubblica avessero fatto pervenire a Berlusconi e al Governo ogni utile informazione, e perfino una lettera, (visto che essi davano chiari segni di incapacità totale di intendere che una sentenza definitiva non può essere annullata da un decreto del Governo ovvero “Vogliamo-la-gazzarra”) il decreto legge era stato inviato per la firma al Quirinale. Image

Stiamo parlando del decreto inteso ad impedire l'attuazione della sentenza della Corte di cassazione che autorizzava a por fine all'accanimento terapeutico nei confronti di E.Englaro. Improvvisamente, il premier dormiente, che non c'era, e se c'era dormiva negli ultimi 15 anni, anni trascorsi  in coma dalla donna e da quel che resta di una famiglia distrutta dal dolore, si è svegliato, e hop..si è reso conto che poteva utilizzare a fini mediatici e di attacco alla Costituzione e al presidente Napolitano anche il dolore umano  e così far passare in secondo piano quell'orrore di disegno di legge sul testamento biologico che non ha saputo redigere nè far approvare dalla sua maggioranza caligolesca.

 Qualche anno fa, prima delle elezioni politiche che avrebbero portato Berlusconi alla guida del paese, era stata pubblicata su “la Repubblica” l’analisi di uno psichiatra che aveva con chiarezza e lucidità descritto la condizione mentale e i deliri che possedevano il candidato Berlusconi. Oggi che la caligolesca maggioranza parlamentare designata da Berlusconi gli ha approvato l’impunità totale per qualsiasi atto egli commetta, forse sarebbe il caso di ripubblicarla… e poi di chiedere l’impeachement !

Ultimo aggiornamento ( lunedì 09 febbraio 2009 )
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB