spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Agosto 2017 Settembre 2017 Ottobre 2017
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 35 1 2 3
Settimana 36 4 5 6 7 8 9 10
Settimana 37 11 12 13 14 15 16 17
Settimana 38 18 19 20 21 22 23 24
Settimana 39 25 26 27 28 29 30
 


AFFI

Lobby EU Donne

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Argomenti arrow Politica Italiana arrow Dalle carte delle stragi di mafia quella trattativa tra boss e politica
Dalle carte delle stragi di mafia quella trattativa tra boss e politica PDF Stampa E-mail
Scritto da La Redazione   
sabato 12 settembre 2009

ImageROMA - Tornano di attualità le indagini sulle stragi di mafia che a Palermo portarono alla morte dei giudici Falcone e Borsellino. Si torna ad indagare “sul patto fra i Corleonesi di Totò Riina e apparati dello Stato”, e “torna in scena la coincidenza temporale fra le stragi siciliane e la nascita di un nuovo partito: Forza Italia.” Sul punto giornalisti coragiosi come Marco Travaglio (vedi video), e Attilio Bolzoni dalle colonne de La Repubblica.


Parlano due pentiti: Gaspare Spatuzza, ex sicario e poi a capo della ‘famiglia’ di Brancaccio e Massimo Ciancimino, il figlio di don Vito. “Il 17 settembre la Corte di appello deciderà se acquisire agli atti del processo di secondo grado l'interrogatorio del figlio di don Vito e le tre lettere (di Provenzano Berlusconi – ndr). Se la richiesta verrà accolta la sentenza subirà uno slittamento, altrimenti a metà o a fine ottobre sapremo se al senatore Marcello Dell'Utri sarà confermata o sarà annullata la condanna per mafia” (al fondatore di Forza Italia 9 anni per concorso esterno in associazione mafiosa – ndr).

Ultimo aggiornamento ( sabato 12 settembre 2009 )
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB