spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Ottobre 2017 Novembre 2017 Dicembre 2017
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 44 1 2 3 4 5
Settimana 45 6 7 8 9 10 11 12
Settimana 46 13 14 15 16 17 18 19
Settimana 47 20 21 22 23 24 25 26
Settimana 48 27 28 29 30
 


AFFI

Lobby EU Donne

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Argomenti arrow Politica Italiana arrow Dalle carte delle stragi di mafia quella trattativa tra boss e politica
Dalle carte delle stragi di mafia quella trattativa tra boss e politica PDF Stampa E-mail
Scritto da La Redazione   
sabato 12 settembre 2009

ImageROMA - Tornano di attualità le indagini sulle stragi di mafia che a Palermo portarono alla morte dei giudici Falcone e Borsellino. Si torna ad indagare “sul patto fra i Corleonesi di Totò Riina e apparati dello Stato”, e “torna in scena la coincidenza temporale fra le stragi siciliane e la nascita di un nuovo partito: Forza Italia.” Sul punto giornalisti coragiosi come Marco Travaglio (vedi video), e Attilio Bolzoni dalle colonne de La Repubblica.


Parlano due pentiti: Gaspare Spatuzza, ex sicario e poi a capo della ‘famiglia’ di Brancaccio e Massimo Ciancimino, il figlio di don Vito. “Il 17 settembre la Corte di appello deciderà se acquisire agli atti del processo di secondo grado l'interrogatorio del figlio di don Vito e le tre lettere (di Provenzano Berlusconi – ndr). Se la richiesta verrà accolta la sentenza subirà uno slittamento, altrimenti a metà o a fine ottobre sapremo se al senatore Marcello Dell'Utri sarà confermata o sarà annullata la condanna per mafia” (al fondatore di Forza Italia 9 anni per concorso esterno in associazione mafiosa – ndr).

Ultimo aggiornamento ( sabato 12 settembre 2009 )
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB