spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Luglio 2017 Agosto 2017 Settembre 2017
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 31 1 2 3 4 5 6
Settimana 32 7 8 9 10 11 12 13
Settimana 33 14 15 16 17 18 19 20
Settimana 34 21 22 23 24 25 26 27
Settimana 35 28 29 30 31
 


AFFI

Lobby EU Donne

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Argomenti arrow Politica arrow Governo arrow Incapacità di autocontrollo
Incapacità di autocontrollo PDF Stampa E-mail
Scritto da Irene Giacobbe   
giovedì 08 ottobre 2009

ImageSi insegna ai bambini fin dalle elementari; a quelli che non vogliono capire si abbassa il voto di condotta. L’insufficienza in condotta comporta la bocciatura.

Il rispetto delle regole che una comunità si è data, il rispetto degli altri, è condizione essenziale per continuare a farne parte. Chiunque sia chiamato a svolgere una funzione, un mandato, lo farà giurando di rispettare le regole di quella funzione, in quel Paese.

E le regole valgono per tutti; il Presidente del Consiglio non fa eccezione. Con il processo democratico delle elezioni riceve un mandato a tempo da portare a termine nel rispetto delle Leggi e della Costituzione.

E’ possibile pensare di essere “super pares”, come chiedevano i legali di Berlusconi alla Consulta, quando si dispone di una personale “corte”, ma l’Italia non è un sultanato, né un esotico emirato. E’ un Paese europeo, in una Europa che comprende anche re e regine e monarchie rispettabili perché tutte Costituzionali. Per la carica che ricopre e per il disprezzo delle regole che manifesta, le parole fuori controllo di Berlusconi dovrebbero preoccupare tutti. Vilipendio si chiama l’attacco al presidente della Repubblica, e sono offese deliberate quelle alla Corte Costituzionale, alla Magistratura, al ruolo del Parlamento, all’opposizione, e sono minacce e intimidazioni quelle rivolte all’informazione in genere e specialmente ai giornali. Sono inqualificabili nella loro aggressiva violenza e volgarità le offese rivolte a Rosy Bindi  in una trasmissione della Tv pubblica.

Il Limite, la consapevolezza del proprio limite, segna la differenza tra la vita reale e il “sogno” , tra la chimera e il possibile.

Nei Paesi democratici, i multimiliardari consapevoli dei privilegi della loro condizione arrivati all’età della pensione, se sono sereni e in buona salute, si dedicano alla beneficienza e al mecenatismo.
Ultimo aggiornamento ( giovedì 08 ottobre 2009 )
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB