spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Agosto 2017 Settembre 2017 Ottobre 2017
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 35 1 2 3
Settimana 36 4 5 6 7 8 9 10
Settimana 37 11 12 13 14 15 16 17
Settimana 38 18 19 20 21 22 23 24
Settimana 39 25 26 27 28 29 30
 


AFFI

Lobby EU Donne

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Numero 83 arrow Ancora tagli ai fondi per le Pari Opportunità?
Ancora tagli ai fondi per le Pari Opportunità? PDF Stampa E-mail
Scritto da EP   
lunedì 07 dicembre 2009

ImageROMA - Nella sua attuale formulazione la legge finanziaria prevede una pesante decurtazione dei fondi destinati alle pari opportunità, con un taglio dell'80%. Secondo quanto stabilito nel disegno di legge,il finanziamento passa da 29 milioni di euro, a 4 milioni di euro. Il 24 Novembre è stata presentata una interrogazione sulla riduzione degli stanziamenti previsti per il dipartimento per le pari opportunità al "Ministro" Mara Carfagna.

MOSCA, FRANCESCHINI, DAMIANO, QUARTIANI, GIACHETTI, AMICI, DE MICHELI, GARAVINI e LETTA, hanno firmato l'interrogazione sulla riduzione degli stanziamenti previsti per il dipartimento per le pari opportunità al Ministro Mara Carfagna.Dalla lettura del resoconto traspare la malcelata insofferenza di un governo abituato a fare largo uso di quella che in altri settori verrebbe definita "pubblicità ingannevole".


 

 

 

Premesso che:

(1) numerose sono le competenze in capo al Ministro interrogato, tra le quali il contrasto alla violenza sulle donne, la lotta all'omofobia, la tutela della maternità, il pari trattamento tra uomini e donne sui luoghi di lavoro, solo per citare le principali;

(2) a fronte di tante competenze si può notare una gravissima decurtazione delle risorse da 29,91 a 4,31 milioni di euro dal bilancio del dipartimento per le pari opportunità presso la Presidenza del Consiglio dei ministri, tale da mettere obiettivamente in discussione la stessa funzione del dipartimento e del Ministro interrogato;
(3) relativamente alle funzioni del Ministro interrogato, il piano per gli asili nido - per il quale il Governo Prodi aveva stanziato 152 milioni di euro - è stato adesso ridotto a 7 milioni e 200 mila euro;

(4) a favore del numero verde per lo stalking è previsto solo un milione di euro, mentre per la conciliazione tra tempi di vita e tempi di lavoro delle donne sono state promesse dal Ministro interrogato risorse per 40 milioni di euro, che, a quanto consta agli interroganti, ad oggi non esistono:

quali iniziative intenda si intende adottare al fine di realizzare gli impegni assunti, a fronte di una forte riduzione degli stanziamenti previsti in capo al dipartimento per le pari opportunità presso la Presidenza del Consiglio dei ministri?

Qui il resoconto stenografico.

 

Ultimo aggiornamento ( domenica 13 dicembre 2009 )
 
Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB