spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

CERCATECI ANCHE SUI SOCIAL @powergender

Calendario Eventi


 
Luglio 2019 Agosto 2019 Settembre 2019
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 31 1 2 3 4
Settimana 32 5 6 7 8 9 10 11
Settimana 33 12 13 14 15 16 17 18
Settimana 34 19 20 21 22 23 24 25
Settimana 35 26 27 28 29 30 31
 


AFFI

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Lavoro&pari opportunità arrow Provvedimenti e Novità arrow Pronta una legge contro il sessismo in Belgio
Pronta una legge contro il sessismo in Belgio PDF Stampa E-mail
Scritto da Fiorenza Taffetas   
lunedì 08 febbraio 2010

ImageBRUXELLES - Sia nella pubblicità che nel linguaggio di tutti i giorni, come nel mondo del lavoro,  il sessismo imperversa ancora in Belgio.  L’ambiente politico non fa eccezione: qualche giorno addietro la presidente del parlamento della Vallonia (del partito ecologista) ha ricevuto un SMS ‘osceno’ da un suo collega di un altro partito.  E, ironia della sorte, la sola proposta di legge anti-sessismo finora depositata in Belgio è degli ecologisti.  Attualmente, il sessismo in quanto tale non è contemplato dal diritto belga.  L’obbiettivo della proposta: introdurre nella legge antidiscriminazione del 2007 articoli che servano a reprimere o a rinforzare la repressione di  «atti, comportamenti, propositi, rappresentazioni o atteggiamenti » aventi per scopo o effetto di «offendere o dare un’immagine offensiva o riduttiva di un gruppo sessuale » di creare «segregazione tra i sessi».

O a tentare di restringere (limitare) i diritti, i poteri, le libertà, il campo d’azione, in qualsiasi aspetto della vita di una persona, in ragione del suo sesso.  Il testo riguarda gli individui e i gruppi o le associazioni che favoriscono queste pratiche così come i funzionari pubblici che agiscono nello stesso modo.   Sono previste: la prigione (da un mese ad un anno) e/o multe (da 50 a 1.000 euro).  La ministra federale per l’Uguaglianza, a breve,  presenterà al governo, sulla base di indicazioni dell’Istituto per l’uguaglianza tre le donne e gli uomini, anche un altro testo di legge.

 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB