spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Agosto 2017 Settembre 2017 Ottobre 2017
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 35 1 2 3
Settimana 36 4 5 6 7 8 9 10
Settimana 37 11 12 13 14 15 16 17
Settimana 38 18 19 20 21 22 23 24
Settimana 39 25 26 27 28 29 30
 


AFFI

Lobby EU Donne

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Numero 5 arrow Chi SALE.....Gli aeroporti veneti
Chi SALE.....Gli aeroporti veneti PDF Stampa E-mail
Scritto da La redazione   
luned́ 12 marzo 2007

ImageLa lotta al turismo sessuale passa per gli aeroporti veneti. In questi giorni i viaggiatori che si imbarcheranno dagli aeroporti di Treviso, Verona e Venezia per l’America Latina, maggiormente investita dal fenomeno del turismo a luci rosse, riceveranno una maglietta, con l’invito di indossarla durante il viaggio. La t-shirt, già indossata dagli operatori del check-in è stata ideata nel marchio dagli studenti dell’istituto d’arte di Castelmassa. Si affida direttamente ai passeggeri il compito di scoraggiare una pratica di cui il Veneto detiene il primato a livello nazionale, in un momento in cui cresce il rischio pedofilia anche per i bimbi africani.

L’iniziativa è stata promossa dall’assessore provinciale Guglielmo Brusco e dalla Commissione alle pari opportunità rodigina e, fin dallo scorso gennaio, ha ricevuto il pieno appoggio dell’assessore regionale ai diritti umani e alle pari opportunità Isi Coppola. Maria Grazia Avezzù, presidente della Commissione provinciale alle Pari opportunità, in occasione dell'iniziativa ha affermato che “il turismo sessuale fa incontrare due miserie: una materiale, che è quella dei paesi in via di sviluppo, e una morale che è quella dei paesi industrializzati”. Ed ha poi aggiunto “E’ sconcertante pensare che uomini di paesi ricchi approfittano della povertà di bambine e adolescenti per soddisfare un loro desiderio di piacere. Purtroppo, come è stato evidenziato da una ricerca dell’università di Parma, l’età dei possibili abusatori grazie ai voli low cost si è notevolmente ridotta ai 20 – 30 anni.Vogliamo che la denuncia di questa pratica abominevole non diventi solo visibile ma vistosa”.

 

L’iniziativa rodigina si inserisce in un momento delicato, in cui molta attenzione è data al fenomeno del turismo sessuale. E proprio di questi giorni la notizia della condanna a 14 anni di detenzione (con multa da 65mila euro) del veronese 56 enne Giorgio Sampec, il primo italiano condannato per reati sessuali su minori commessi all'estero in base alla legge 269/98, promossa da Ecpat-Italia. La condanna prevede, fra l'altro, che a Sampec sia perennemente interdetto l'accesso a luoghi istituzionalmente frequentati da minorenni.

Fonte: www.redattoresociale.it

Ultimo aggiornamento ( luned́ 12 marzo 2007 )
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB