spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Luglio 2017 Agosto 2017 Settembre 2017
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 31 1 2 3 4 5 6
Settimana 32 7 8 9 10 11 12 13
Settimana 33 14 15 16 17 18 19 20
Settimana 34 21 22 23 24 25 26 27
Settimana 35 28 29 30 31
 


AFFI

Lobby EU Donne

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Argomenti arrow Diritti e Diritti Umani arrow Tratta e Sfruttamento arrow Il traffico di donne si sposta su internet
Il traffico di donne si sposta su internet PDF Stampa E-mail
Scritto da EP   
giovedì 25 marzo 2010

ImageVIETNAM - Da quando le autorità thailandesi hanno dato un giro di vite alle norme per contenere la prostituzione, il mercato delle schiave del sesso si è spostato sul Vietnam. Un trend che allarma il governo di Ha Noi, che si sta muovendo per mettere a punto nuove leggi per combattere la diffusione della prostituzione via web dove, per il mercato di donne e bambini, sono nati siti internet che vengono aggiornati più volte al giorno, a mano a mano che 'nuovo materiale umano' diventa disponibile sul mercato...

Un documento reso pubblico di recente dal governo di Ha Noi rivela che il fenomeno è in aumento. I trafficanti usano soprattutto punti di frontiera con la Cina. Il 65 % delle donne vietnamite iniziate alla prostituzione vengono fatte uscire dal paese pagando sottobanco poliziotti corrotti lungo il confine cinese. In una zona del delta del Mekong, non lontana dal confine, dove ignoranza e povertà creano un terreno fertile, giovani e giovanissime ragazze disoccupate vengono convinte ad espatriare con la promessa di un lavoro. I 'dettagli dell’impiego' li scopriranno una volta a destinazione… Inganno per introdurle, vogliano o no, al mercato del sesso.

Il governo vietnamita è preoccupato anche per l’aumento della cosiddetta prostituzione part-time: telefoni cellulari e Internet sono diventati infatti strumenti di lavoro per coloro che offrono prestazioni sessuali pur avendo un’altra attività. (Da L'Espresso.it – Post di Andrea Visconti)

 

 

Ultimo aggiornamento ( giovedì 25 marzo 2010 )
 
< Prec.
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB