spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Ottobre 2017 Novembre 2017 Dicembre 2017
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 44 1 2 3 4 5
Settimana 45 6 7 8 9 10 11 12
Settimana 46 13 14 15 16 17 18 19
Settimana 47 20 21 22 23 24 25 26
Settimana 48 27 28 29 30
 


AFFI

Lobby EU Donne

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Argomenti arrow Speciale 25 Novembre arrow 25 Novembre 2006: prima giornata nazionale di sensibilizzazione alla violenza sulle donne.
25 Novembre 2006: prima giornata nazionale di sensibilizzazione alla violenza sulle donne. PDF Stampa E-mail
Scritto da Eva Panitteri   
mercoledì 15 novembre 2006
Roma realizza il prontuario “Se a una donna serve aiuto” vademecum che invita i cittadini a non essere indifferenti. Inteso per la prevenzione di strada, fornisce consigli per riconoscere ed evitare gli abusi, ed indicazioni su come aiutare le donne vittime di una violenza in attesa dei soccorsi.

– A cura di Eva Panitteri

ROMA - Con un mese di anticipo di sulla prima giornata dedicata in Italia al tema della violenza sulle donne, il 25 novembre prossimo, negli uffici della Prefettura di Roma, Mariella Gramaglia, Assessora alle politiche per la semplificazione, la comunicazione e le pari opportunità del comune, ed Achille Serra, Prefetto della città, presentavano un vademecum di istruzioni e consigli per la prevenzione di strada. Messo a punto con il contributo di forze dell’ordine, amministratori locali, operatori sociali e rappresentanti di associazioni di cittadini, il prontuario vuole “offrire alcuni semplici consigli utili a prevenire episodi di violenza e intimidazione che potrebbero avvenire sul territorio della nostra città”. Ma è anche “un appello a chi vede ed a chi assiste” -dice il Prefetto Serra- “a non essere indifferente”.

Il vademecum è pensato per sensibilizzare ed informare soprattutto le persone che operano e lavorano nelle “ore notturne, in zone poco illuminate o poco frequentate della città nelle quali il rischio di una violenza potrebbe essere maggiore”. Si rivolge dunque ad autisti di autobus notturni e taxi, guardiani di strutture private, ristoratori, baristi, edicolanti, fiorai, gestori di rivendite e locali notturni, con l’intenzione di creare una “nuova sensibilità degli uomini” –come spiega Gramaglia- sul tema della violenza alle donne, in particolare quella sessuale. Al contempo fornisce informazioni ed istruzioni concrete su cosa fare per prevenire una violenza, o come assistere una donna che ne sia stata già vittima. Invita inoltre ad osservare e riconoscere in anticipo le situazioni di potenziale pericolo e, pur consigliando di evitare interventi diretti, indica come agire e chi chiamare segnalando numeri delle forze dell’ordine insieme a quelli dei centri antiviolenza e delle associazioni sul territorio.


(© Copyright P&G - 15 novembre 2006)

Ultimo aggiornamento ( giovedì 30 novembre 2006 )
 
< Prec.
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB