spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Luglio 2017 Agosto 2017 Settembre 2017
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 31 1 2 3 4 5 6
Settimana 32 7 8 9 10 11 12 13
Settimana 33 14 15 16 17 18 19 20
Settimana 34 21 22 23 24 25 26 27
Settimana 35 28 29 30 31
 


AFFI

Lobby EU Donne

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Argomenti arrow Politica arrow Politica Italiana arrow Elezioni Lombardia - Prime contestazioni
Elezioni Lombardia - Prime contestazioni PDF Stampa E-mail
Scritto da Irene Giacobbe   
venerdì 07 maggio 2010

Image (2) In Lombardia le prime contestazioni contro l’assenza delle donne. E' dell’associazione Articolo 51 la presa di posizione contro la giunta Regionale della Lombardia. La dottoressa Angela Ronchini e la professoressa Alda Widner sono state rispettivamente  capolista della lista Libertà e futuro a Varese e a Brescia. La lista composta da appartenenti a PDL e Lega appoggiava la candidatura di Roberto Formigoni alla presidenza della Regione Lombardia. Le liste di Libertà e Futuro, all’insegna della democrazia paritaria, erano composte 50 & 50 e le capolista erano donne. Nel momento in cui Roberto Formigoni ha presentato la nuova Giunta Regionale, l’associazione ha fatto ricorso. Ecco di seguito  il testo del comunicato:

LA DEMOCRAZIA PARITARIA SECONDO ROBERTO FORMIGONI, PRESIDENTE REGIONE LOMBARDIA 

Nell'  apprendere  la  composizione  della nuova Giunta Regionale così come presentata  dal Presidente Roberto Formigoni, l'Associazione 'Articolo 51 – Laboratorio  di  democrazia  paritaria'  ha  deciso  di  dare  mandato alle avvocate  Ileana  Alesso e prof. Marilisa D'Amico di impugnare di fronte al TAR  della  Lombardia  detta  composizione,  in  quanto  nella  nomina  dei componenti  risultano  palesi  violazioni della legislazione in merito alla parità  uomo-donna,  sia  regionale  che  europea, in materia di lotta alla discriminazione di genere.

E'  quindi  inaccettabile  che su sedici Assessori scelti,solamente uno sia donna, la Dottoressa Monica Rizzi della Lega Nord, cui è stata assegnata la delega  per  lo  Sport.Ancora  una  volta  le  esigenze  di  equilibrio  di coalizione sembrano aver dettato la composizione della Giunta, in sfregio a tante  parole spese in campagna elettorale, ma, soprattutto, l'Associazione Art.  51 ritiene intollerabile che tutte le linee guida europee e nazionali in  tema  di  politica  di  genere, siano state completamente cancellate ed
abbiano  riportato  la  presenza  di  donne nelle Istituzioni della Regione Lombardia a livelli di venti anni fa, se non peggiori.

E',  infatti, sotto gli occhi di tutti che i risultati delle Regionali 2010 abbiano  annullato  anziché favorito la presenza di donne nelle Istituzioni Regionali.

L'Associazione Articolo 51 nelle persone della Dott.ssa Alda Widmer e della Dott.ssa  Angela  Ronchini,  si  augura  che  il  ricorso  possa meglio far riflettere sulla molta strada ancora da fare per il pieno raggiungimento di una Democrazia Paritaria che porti ad una effettiva applicazione delle Pari Opportunità,  non  più  solamente  ideologiche  e  delle molte difficoltà e preconcetti di cui le donne in “politica” sono ancora oggetto.

      

 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB