spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Marzo 2018 Aprile 2018 Maggio 2018
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 14 1
Settimana 15 2 3 4 5 6 7 8
Settimana 16 9 10 11 12 13 14 15
Settimana 17 16 17 18 19 20 21 22
Settimana 18 23 24 25 26 27 28 29
Settimana 19 30
 


AFFI

Lobby EU Donne

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Argomenti arrow Diritti e Diritti Umani arrow Guerre e conflitti arrow Lampedusa e Migranti: ognuno faccia la propria parte
Lampedusa e Migranti: ognuno faccia la propria parte PDF Stampa E-mail
Scritto da La Redazione   
martedì 29 marzo 2011

ImageMIGRANTI - “Comuni, Province e Regioni: “ognuno faccia la propria parte per gestire la difficile situazione dei migranti e dei richiedenti asilo che a migliaia stanno giungendo a Lampedusa”. Lo dichiarano in una nota Vincenzo Menna ed Emilio Verrengia dell’AICCRE, affinchè si trovi una soluzione condivisa e attenta ai diritti dei migranti e dei cittadini.  Se ci sarà un coordinamento positivo, se le decisioni non saranno imposte ma concordate gli Enti locali e  le Regioni non si sottrarranno all’accoglienza”.  Un primo passo fondamentale – aggiungono dall’AICCRE – è fare chiarezza ovvero  capire chi sono le persone sbarcate a Lampedusa: tra loro ci sono molti richiedenti protezione internazionale o comunque migranti che vengono da condizioni difficili e vulnerabili, tra cui  minori. Per questo prima di qualsiasi provvedimento emergenziale, come ha anche sostenuto il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, è necessario valutare attentamente ogni caso e avviare subito percorsi di accoglienza e poi di integrazione concreta”.

 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB