spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Maggio 2017 Giugno 2017 Luglio 2017
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 22 1 2 3 4
Settimana 23 5 6 7 8 9 10 11
Settimana 24 12 13 14 15 16 17 18
Settimana 25 19 20 21 22 23 24 25
Settimana 26 26 27 28 29 30
 


AFFI

Lobby EU Donne

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Argomenti arrow Violenza di genere arrow Femminicidio arrow Ancora una donna uccisa: Alessandra Sorrentino
Ancora una donna uccisa: Alessandra Sorrentino PDF Stampa E-mail
Scritto da Eva Panitteri   
giovedì 05 luglio 2012

Image ROMA – A maggio un flash-mob in piazza Montecitorio a Roma, ricordava i nomi delle 55 donne uccise dall’inizio dell’anno dalla violenza dei loro compagni, conviventi, fratelli, mariti. Due mesi dopo le donne continuano a morire e la terribile conta si aggiorna, salendo a più di 70. Le cronache del 2 luglio scandiscono il nome di Alessandra Sorrentino, 26 anni, mamma di 2 bambini, l’ultima in ordine di tempo ad essere ammazzata. Le donne, le vittime di violenza e non, le persone e le associazioni della società civile, tutte e tutti insieme, continueranno a chiedere alle istituzioni di FERMARE questa violenza che in Italia, in media,miete una vittima ogni tre giorni. Si deve immediatamente intervenire. A cominciare dalla stampa che -per favore!- la smetta di riportare interviste dove del 'povero' assassino si dice (sempre!) essere stato “colto”da un “raptus” isolato di follia (omicida però), o quanto (sempre l'assassino) fosse “tanto una brava persona” , o quanto la famiglia fosse “cortese e tranquilla”…Basta con questa ipocrisia! Basta con questa vergogna! La violenza contro le donne è un crescendo di mancanze di rispetto, rabbiose gelosie, vessazioni fisiche e psicologiche, liti rumorose, urlacci, botte, lividi e ferite che non si possono non vedere o non sentire, una somma di insulti ed atti violenti e degradazioni devastanti cui per ora troppo spesso si può porre fine solo così:con le donne ammazzate quando non si interviene.

Ultimo aggiornamento ( venerdì 06 luglio 2012 )
 
< Prec.
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB