spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

CERCATECI ANCHE SUI SOCIAL @powergender

Calendario Eventi


 
Febbraio 2020 Marzo 2020 Aprile 2020
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 9 1
Settimana 10 2 3 4 5 6 7 8
Settimana 11 9 10 11 12 13 14 15
Settimana 12 16 17 18 19 20 21 22
Settimana 13 23 24 25 26 27 28 29
Settimana 14 30 31
 

 


AFFI

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Politica Interna arrow Legge 40 arrow NovitÓ da Strasburgo sulla Legge 40
NovitÓ da Strasburgo sulla Legge 40 PDF Stampa E-mail
Scritto da EP   
martedý 28 agosto 2012

 

ImageLa legge italiana sulla fecondazione assistita è incoerente e viola l'articolo 8 della Convenzione europea dei diritti dell'uomo: lo stabilisce una sentenza della Corte Europea dei diritti dell'Uomo di Strasburgo. L’analisi infatti ha rilevato l'«incoerenza del sistema legislativo italiano» che «da una parte priva i richiedenti dell'accesso alla diagnosi genetica pre-impianto» e «d'altra parte li autorizza a una interruzione di gravidanza se il feto risulta afflitto da quella stessa patologia». La Corte ne conclude che «l'ingerenza nel diritto dei richiedenti al rispetto della loro vita privata e familiare è quindi sproporzionata». FINALMENTE, ci sembra il caso di dire, anche se sin dall’articolo 1 della legge 40 si capiva che l’intento dei legislatori non voleva regolare, quanto impedire se non totalmente di certo in parte la fecondazione assistita. Nel frattempo abbiamo assistito all’umiliazione delle coppie che volevano seguire determinati percorsi, al quasi totale smantellamento delle strutture pubbliche che la praticavano, all’aumento vertiginoso dei costi, all’esclusione da questa pratica delle coppie meno abbienti, fino al liberatorio turismo riprocreativo, con le coppie in cerca di un figlio in visita in altri paesi UE capaci di offrire soluzioni meno costose e leggi più attente ai diritti ed ai bisogni sia delle donne che delle coppie. Come al solito sui temi etici l’Italia merita zero in condotta!

Ultimo aggiornamento ( martedý 28 agosto 2012 )
 
< Prec.
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB