spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Marzo 2017 Aprile 2017 Maggio 2017
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 13 1 2
Settimana 14 3 4 5 6 7 8 9
Settimana 15 10 11 12 13 14 15 16
Settimana 16 17 18 19 20 21 22 23
Settimana 17 24 25 26 27 28 29 30
 


AFFI

Lobby EU Donne

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Argomenti arrow Politica arrow Donne & Media arrow Elezioni: dare voce e visibilità alle candidate e ai temi delle donne
Elezioni: dare voce e visibilità alle candidate e ai temi delle donne PDF Stampa E-mail
Scritto da La Redazione   
lunedì 04 febbraio 2013

ImageComunicato di GiULiA, Giornaliste Unite Libere AutonomeDonne assenti nei temi della campagna elettorale, candidate oscurate dai media e in televisione. I maggiori problemi del Paese affliggono in primo luogo le donne, a partire dagli scandalosi tassi di occupazione femminile che  relegano  l’Italia penultima in classifica, precedendo solo Grecia, Messico e Turchia e ben 12 punti sotto la media europea. E la violenza, con 127 donne uccise l’anno scorso nella sola cerchia familiare, mentre per mancanza di fondi chiudono i centri antiviolenza. Con i tagli alla spesa che colpiscono anche i consultori, i servizi sociali, i nidi, scaricando sulle spalle delle donne già in difficoltà, spesso singole o separate, la responsabilità di bambini, anziani e disabili.g

E’ un silenzio assordante quello della politica che in questa campagna elettorale ignora l’agenda delle donne, a partire dalla forte richiesta di democrazia paritaria. Ed è indecente l’oscuramento delle candidate da parte dei media. A partire dalla Rai che ignora le nuove direttive introdotte dalla Commissione di Vigilanza sulla par condicio di genere. Linee guida fatte proprie, con una circolare, anche dall’Agcom, che tuttavia continua a non fornire dati sul mancato rispetto dell’equa rappresentazione di genere in campagna elettorale nell’emittenza nazionale.

E non va meglio con la carta stampata e l’informazione on line. GiULiA, la rete delle Giornaliste Unite Libere Autonome, invita le colleghe e i colleghi a squarciare il velo del silenzio, a porre domande alle candidate e ai candidati sui temi che interessano le donne e a dare conto delle risposte e delle proposte. E chiede ai vertici della Rai, ai direttori, ai conduttori e alle conduttrici di fare spazio nelle poltroncine  degli studi televisivi alle donne candidate,  dando loro voce e visibilità. E chiede infine alle donne candidate di usare queste pubbliche occasioni per dare voce e visibilità alla vita di tutte le donne, ai loro temi, problemi, progetti. (4 Febbraio 2013)

 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB