spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Settembre 2017 Ottobre 2017 Novembre 2017
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 39 1
Settimana 40 2 3 4 5 6 7 8
Settimana 41 9 10 11 12 13 14 15
Settimana 42 16 17 18 19 20 21 22
Settimana 43 23 24 25 26 27 28 29
Settimana 44 30 31
 


AFFI

Lobby EU Donne

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Argomenti arrow Violenza di genere arrow Femminicidio arrow Canada, l’autostrada del dolore (delle donne)
Canada, l’autostrada del dolore (delle donne) PDF Stampa E-mail
Scritto da La Redazione   
sabato 16 febbraio 2013

ImageCANADA - La violenza che colpisce le donne native canadesi è un caso da anni tristemente noto, e purtroppo irrisolto. Da troppo tempo la Royal Canadian Mounted Police (RCMP) non riesce a proteggerle. Anche perché ne sottovaluta le segnalazioni, o si macchia essa stessa di abusi di varia natura. Lo denuncia il recentissimo rapporto 2013 di Human Right WatchThose who take us away”, riportando l’attenzione sullo sterminio senza fine delle abitanti della northern British Columbia che vivono nelle aree attraversate dall’autostrada 16 e 97, meglio note come “autostrade del dolore”. In queste zone le donne, principalmente  native, si trovano strette “tra la minaccia della violenza domestica ed occasionale da un lato, e gli abusi dagli agenti della polizia canadese dall’altro”, condizioni che le precipitano in un “costante stato di insicurezza. Dove possono mai chiedere aiuto se la polizia è nota tanto per la propria inerzia, quanto, in alcuni casi, per i propri soprusi?” LEGGI TUTTO SU GIULIA

 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB