spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

CERCATECI ANCHE SUI SOCIAL @powergender

Calendario Eventi


 
Agosto 2019 Settembre 2019 Ottobre 2019
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 35 1
Settimana 36 2 3 4 5 6 7 8
Settimana 37 9 10 11 12 13 14 15
Settimana 38 16 17 18 19 20 21 22
Settimana 39 23 24 25 26 27 28 29
Settimana 40 30
 


AFFI

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home
Al voto in Egitto e in Tunisia PDF Stampa E-mail
Scritto da GIM   
martedì 14 gennaio 2014

Image14.01.2014 – Giornata importante per le democrazie arabe . A tre anni esatti dalla fuga di Ben Ali si vota in Tunisia per la nuova Costituzione. Un testo innovativo e rispettoso dei diritti come non era  mai avvenuto  in precedenza. La costituzione tunisina stabilisce all’articolo 20 l’uguaglianza di diritti tra donne e uomini . certo manca la seconda distinzione senza discriminazioni di razza e di religione, ma è un importante passo avanti rispetto alla considerazione delle donne come “appendice” dell’uomo. Un secondo segnale molto importante riguarda la religione e la non perseguibilità di chi non condivide la religione ufficiale. Anche in Egitto si vota per la nuova Costituzione, ..

la nuova Costituzione, in sostituzione di quella precedente, voluta dall’ex presidente Morsi - rappresentante dei fratelli mussulmani -   deposto dai militari. La costituzione abrogata, proposta e votata dal suo governo, introduceva in Egitto la Sharia e una forte discriminazione contro le donne. L’obiettivo dichiarato dalle forze militari oggi al potere è di raggiungere e superare il 60% dei votanti così da mostrare solidamente che la maggioranza della popolazione è d’accordo con il nuovo corso.

 
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB