spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Marzo 2020 Aprile 2020 Maggio 2020
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 14 1 2 3 4 5
Settimana 15 6 7 8 9 10 11 12
Settimana 16 13 14 15 16 17 18 19
Settimana 17 20 21 22 23 24 25 26
Settimana 18 27 28 29 30
 

 


AFFI

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home
Largo divario tra pensioni femminili e maschili PDF Stampa E-mail
Scritto da Eva Panitteri   
giovedý 31 luglio 2014

ImageROMA - I dati statistici sulle pensioni, riferiti al 2012 nella rilevazione annuale condotta da Istat ed Inps, tornano ad evidenziare il largo divario tra pensioni femminili e maschili, a tutto svantaggio delle donne: una donna su due, infatti, non arriva a percepire 1000 euro al mese, soglia che non riesce a raggiungere anche un uomo su tre (32,2%). Le donne rappresentano il 52,9% dei pensionati (8,8 milioni su 16,6 milioni), ma percepiscono solo il 44% dei 271 miliardi di euro erogati. “Analizzando le differenze di genere in funzione delle classi di reddito pensionistico mensile emerge la maggiore concentrazione degli uomini nelle classi di reddito più elevate […] Le disuguaglianze di genere sono più marcate nelle regioni del Nord, sia con riferimento agli importi medi delle singole prestazioni sia in relazione al reddito pensionistico dei beneficiari. […] Le differenze anagrafiche tra uomini e donne sono più marcate per le pensioni di invalidità civile (l’età media delle donne è pari 70,5 anni, a fronte dei 57,6 degli uomini)”. Per chi avesse voglia di cimentarsi con tabelle,  dati e linguaggio tecnico, qui la ricerca completa dell’ISTAT

Ultimo aggiornamento ( giovedý 31 luglio 2014 )
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB