spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Maggio 2018 Giugno 2018 Luglio 2018
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 23 1 2 3
Settimana 24 4 5 6 7 8 9 10
Settimana 25 11 12 13 14 15 16 17
Settimana 26 18 19 20 21 22 23 24
Settimana 27 25 26 27 28 29 30
 


AFFI

Lobby EU Donne

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Ancora a scuola PDF Stampa E-mail
Scritto da irene Giacobbe   
giovedì 18 settembre 2014

 ImageSi riaprono le scuole e nella Capitale  e in  Provincia  emergono carenze e negligenze che si ripetono e ripropongono anno dopo anno.

Gli spazi esterni a scuole materne e asili nido lasciati in condizioni di degrado: "Buche crateri ed erba altissima “ nella scuola modello Leopardi a Monte Mario e in molte altre scuole primarie. A chi compete la cura del verde ? e la pulizia degli spazi  interni ed esterni  PRIMA dell’arrivo dei bimbi? 

Gli/le  insegnanti che dovrebbero seguire bambine e bambini delle scuole elementari sono 14.203;  591 in meno di quelli necessari per garantire il tempo pieno ai 119.247 studenti  di 5.540 classi  elementari  e agli studenti a tempo normale:  60.748 suddivisi in 3.027 classi  

Numeri importanti quasi 180.000 studenti  cresciuti di 1.911 unità rispetto all’anno precedente.  Mancano i banchi nelle aule, perché ? Il sindaco Marino afferma ... 

 Mancano i banchi nelle aule, perché ? Il sindaco Marino afferma che i responsabili verranno -giustamente - penalizzati . Non sarebbe stato meglio verificare per tempo le esigenze delle scuole rispetto al numero di iscrizioni ?

Infine, visto che le pre-iscrizioni si fanno a marzo come è giustificabile  una disorganizzazione come questa? 

Per alunni con disabilità  iscritti come tali, mancano insegnanti di sostegno.Perché?

Se le lezioni iniziano il 15 settembre perché le nomine non sono completate e verranno conferiti gli incarichi a tutti  solo il 22 settembre? 

Perché per partire con orario completo le scuole sono costrette a nominare supplenti  temporanei  fino all’arrivo dei docenti nominati dall’Ufficio Provinciale ?

 

Chi deve rispondere  per aule, banchi, verde, manutenzione, al momento dell’apertura dell’anno scolastico?

Chi deve intervenire e in che modo perché  docenti, supplenti, insegnanti di sostegno siano tutti in cattedra al momento dell’apertura dell’anno? 

 

Una buona ed efficiente apertura di anno scolastico è altrettanto importante della"messa in sicurezza” degli  edifici, e per le situazioni di “difetto” si dovrebbero evitare  minimizzazioni  che ignorano le responsabilità personali. 

 
Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB