spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Febbraio 2017 Marzo 2017 Aprile 2017
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 9 1 2 3 4 5
Settimana 10 6 7 8 9 10 11 12
Settimana 11 13 14 15 16 17 18 19
Settimana 12 20 21 22 23 24 25 26
Settimana 13 27 28 29 30 31
 


AFFI

Lobby EU Donne


video testimonianza Bignardi
video testimonianza Bignardi
video testimonianza Bignardi

Login Form






Password dimenticata?
Nessun account? Registrati

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home
L‘Italiano parlato e scritto correttamente da bambine e bambini. PDF Stampa E-mail
Scritto da Irene Giacobbe   
martedì 28 aprile 2015

Image Il linguaggio di genere, l’uso di un linguaggio non sessista, lo abbiamo detto e scritto molte volte, ne abbiamo discusso con le/gli studenti liceali, abbiamo diffuso il testo di Alma Sabatini e partecipato a convegni e seminari ,organizzato mostre e diffuso questionari, ma non abbiamo mai raggiunto l’efficacia di questo piccolo volume dedicato alle bambine e bambini della scuola primaria.

La grammatica la fa... la differenza

è il titolo di un libro scritto da varie autrici , illustrato da Gabriella Carofiglio , e pubblicato dalla Casa Editrice MAMMEONLINE (http://www.casaeditricemammeonline.it/libri/la-grammatica-la-fa-la-differenza) costo € 12,00.

Spiega l’editrice Donatella Caione:

«Non vogliamo cambiare la lingua ma semplicemente rispettarla. Come mamme siamo partite da un’idea semplice: offrire alle bambine, che sono lettrici appassionate, libri con protagoniste bambine come loro e non principesse o Violette. E la grammatica è collegata a tutto il resto: si comincia a criticare la parola assessora e si passa ad attaccare la presunta teoria del gender. Del resto se una bambina alla mostra legge pittore e non pittrice pensa che sia un’arte preclusa alle donne. Basta dire buongiorno bambini e bambine per creare un senso di maggiore partecipazione»

Attraverso l’uso di fiabe e filastrocche, di paradossi e scherzi semantici,un po' alla maniera usata già in passato da Gianni Rodari. il libro mostra a bambine e bambini l’uso del linguaggio corretto perché :

"Per ripristinare correttezza lessicale ed equità tra i sessi, è bene proprio partire dal rispetto della grammatica!"

Un libro di racconti, filastrocche e fiabe , scritte da note autrici di letteratura per l’infanzia che in maniera spontanea e non forzata mostra a bambini e bambine la naturalezza dell’uso del linguaggio di genere.

Hanno sostenuto e patrocinato il progetto la Regione Puglia, le consigliere di parità della Regione Puglia e della Provincia di Foggia. l’Università di Foggia, il Concorso Lingua Madre.


Ultimo aggiornamento ( mercoledì 29 aprile 2015 )
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB