spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Febbraio 2019 Marzo 2019 Aprile 2019
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 9 1 2 3
Settimana 10 4 5 6 7 8 9 10
Settimana 11 11 12 13 14 15 16 17
Settimana 12 18 19 20 21 22 23 24
Settimana 13 25 26 27 28 29 30 31
 


AFFI

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Argomenti arrow Diritti e Diritti Umani arrow Discriminazioni arrow Diritti Civili : Il voto in Irlanda
Diritti Civili : Il voto in Irlanda PDF Stampa E-mail
Scritto da Irene Giacobbe   
lunedì 25 maggio 2015

ImageRoma,25 maggio 2015 "Chi sono io per giudicare?"  con queste parole Papa Francesco Bergoglio rispondeva al giornalista che mesi addietro aveva posto la domanda su gay e lesbiche. L'Irlanda a maggioranza cattolica ha raccolto questa risposta e alla domanda se gay e lesbiche avessero i diritto di scegliere se costituire una famiglia, e vivere insieme , uniti e con figli hanno risposto a larga maggiornaza SI.

Tutte le donne e tutti gli uomini  hanno il diritto di scegliere con chi vivere uniti. A Tutte e Tutti vanno riconosciuti i diritti che la decisione  di vivere insieme comporta. Si chiamino Unioni, oppure Matrimoni, sono scelte di vita , fatte in consapevolezza e coscienza, che danno inizio ad un percorso comune di convivenza e solidarietà, sostegno reciproco, diritti reciproci , obblighi reciproci.

Aspettiamo fiduciosi che il Parlamento ponga finalmente in discussione la proposta di legge presentata dalla Senatrice Monica Cirinnà (prima firmataria) e porti finalmente l'Italia, fuori da divieti e limitazioni delle libertà individuali anacronistici e discriminanti.

 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB