spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Ottobre 2017 Novembre 2017 Dicembre 2017
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 44 1 2 3 4 5
Settimana 45 6 7 8 9 10 11 12
Settimana 46 13 14 15 16 17 18 19
Settimana 47 20 21 22 23 24 25 26
Settimana 48 27 28 29 30
 


AFFI

Lobby EU Donne

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Argomenti arrow Diritti e Diritti Umani arrow Guerre e conflitti arrow UNICEF: in Nigeria diritti ed infanzia negati
UNICEF: in Nigeria diritti ed infanzia negati PDF Stampa E-mail
Scritto da Eva Panitteri   
martedì 26 maggio 2015

ImageDIRITTI - Secondo L’UNICEF nei primi cinque mesi del 2015 un maggior numero di donne e bambini sono stati utilizzati in attacchi suicidi bomba nella Nigeria nordorientale. Questa “l'amara fotografia della condizione dell'infanzia in Nigeria che emerge dal rapporto “Missing Childhoods. The impact of armed conflict on children in Nigeria and beyond” ("Infanzie perdute. L'impatto del conflitto armato sui bambini, in Nigeria e oltre"), pubblicato lo scorso mese. Sono circa 800 mila i minori “costretti ad abbandonare le proprie case a causa del conflitto in corso nel Nord-est della Nigeria, ad un anno dal rapimento da parte delle milizie jihadiste di Boko Haram di oltre 200 studentesse nella città di Chibok”. “Missing Childhoods” sottolinea come il conflitto esiga un prezzo pesante per l'infanzia, in Nigeria e in tutta la regione. Minorenni vengono utilizzati da Boko Haram come combattenti, cuochi, facchini e vedette, mentre ragazze e donne sono stuprate, sottoposte a matrimoni forzati o obbligate a lavorare in condizioni servili.

Ultimo aggiornamento ( mercoledì 27 maggio 2015 )
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB