spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Ottobre 2017 Novembre 2017 Dicembre 2017
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 44 1 2 3 4 5
Settimana 45 6 7 8 9 10 11 12
Settimana 46 13 14 15 16 17 18 19
Settimana 47 20 21 22 23 24 25 26
Settimana 48 27 28 29 30
 


AFFI

Lobby EU Donne

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Argomenti arrow Violenza di genere arrow Iniziative di sensibilizzazione arrow Lady Gaga canta Til It Happens To You
Lady Gaga canta Til It Happens To You PDF Stampa E-mail
Scritto da La Redazione   
venerdì 08 gennaio 2016

ImageNO ALLA VIOLENZA - La violenza contro le donne è fenomeno ampio, trasversale, diffuso. Nessuna età, nessun paese e nessun luogo ne sono ancora liberi. Esiste poi una grande componente sommersa, casi di violenza che non vengono rilevati perché le donne spesso scelgono di non farne parola. Anche la poliedrica artista Lady Gaga ha di recente rivelato di essere stata vittima di una violenza sessuale, subita all’età di 19 anni, e per raccontarlo e denunciarlo ha scelto la sua arte, scrivendo a quattro mani con Diane Warren la canzone“Til It Happens To You” (Finché non capita a te), che accompagna il documentario di Catherine Hardwicke “The Hunting Ground” (Terreno di caccia), un lavoro di denuncia delle violenze sessuali di cui sono vittime le studentesse nei campus americani. «Per dieci anni sono stata un’artista ferita -dice Lady Gaga raccontandosi in un’intervista di recente pubblicata da l’Espresso- e la musica è stato un modo per uscirne e per accettarmi. È stata curativa, catartica.» Ma si tratta sempre di un “evento” che distrugge. «Quando ti violentano -prosegue- c’è un qualcosa che si impossessa di te, che ti prende il corpo, che ti prende a livello mentale ed emotivo. È come se tu non ci fossi più, a volte ti senti anche in colpa per questo. O ti viene da mandare tutti al diavolo perché non sanno che cosa significa non poter uscire ed essere semplicemente di nuovo normali. […] Ecco, così mi sentivo io quando c’è stata la violenza sul mio corpo. E per poi parlarne apertamente ci ho impiegato dieci anni».

Ultimo aggiornamento ( venerdì 08 gennaio 2016 )
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB