spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Luglio 2020 Agosto 2020 Settembre 2020
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 31 1 2
Settimana 32 3 4 5 6 7 8 9
Settimana 33 10 11 12 13 14 15 16
Settimana 34 17 18 19 20 21 22 23
Settimana 35 24 25 26 27 28 29 30
Settimana 36 31
 

 


AFFI

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow *Giornalismo arrow Attenzione alle geolocalizzazioni nelle applicazioni dei servizi online
Attenzione alle geolocalizzazioni nelle applicazioni dei servizi online PDF Stampa E-mail
Scritto da Eva Panitteri   
giovedì 19 maggio 2016

ImageSICUREZZA ONLINE - Mai sottovalutare il potere del web! Avete autorizzato la geolocalizzazione dei vostri contenuti su Twitter? Attenzione: specialmente attraverso i Social, in un attimo si può perdere la propria riservatezza! Lo rivela (e lo conferma!) il lavoro della ricercatrice italiana, Ilaria Liccardi, co-redattrice di uno studio per il Mit Internet Policy Research Initiative insieme all’università di Oxford, presentato all’ultima conferenza dell’Association for computing machinery. In particolare, è stato «dimostrato che basta appena una manciata di post su Twitter – anche otto nell’arco di una sola giornata – per consentire a persone comuni, dunque non agli esperti di qualche particolare ambito né ai famigerati algoritmi, di stabilire con accuratezza la probabile residenza o l’indirizzo dell’ufficio di un utente» (fonte Repubblica.it) Un test che ha funzionato nel 70% dei casi! In pochi semplici passaggi, dunque, si possono dedurre i luoghi frequentati abitualmente, e se si analizzano i post di più giornate, la mappa delle nostre abitudini può diventare estremamente accurata. Latanya Sweeney, professoressa alla Harvard University ed ex responsabile tecnologica della Federal Trade Commission statunitense spiega i punti salienti dello studio. «Primo: dimostra come le persone possano acquisire informazioni sensibili da fatti apparentemente innocui; secondo: come queste informazioni siano diffuse senza rendercene conto». Meglio allora proteggersi, facendo ben attenzione alle autorizzazioni che si vanno a concedere quando si sottoscrivono determinati servizi!

Ultimo aggiornamento ( giovedì 19 maggio 2016 )
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB