spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Agosto 2017 Settembre 2017 Ottobre 2017
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 35 1 2 3
Settimana 36 4 5 6 7 8 9 10
Settimana 37 11 12 13 14 15 16 17
Settimana 38 18 19 20 21 22 23 24
Settimana 39 25 26 27 28 29 30
 


AFFI

Lobby EU Donne

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




TINA ANSELMI PDF Stampa E-mail
Scritto da irene giacobbe   
mercoledì 02 novembre 2016

ImageRoma, 1 novembre 2016 - Una grande donna da onorare - Ha rappresentato al meglio l'autorevolezza e la capacità politica unite all'integrità, alla passoione e ad una forte autonomia e autoironia. Non partecipò alla Costituente perchè non aveva compiuto 21 anni. Nata il 25 maggio del 1927 , partecipò appena diciassettenne alla lotta partigiana e negli anni successivi non abbandono mai le lotte per i diritti di tutte e l'attività sindacale .Nel 1968 , a 41 anni venne eletta deputata: gli anni difficili della contestazione ma anche gli anni dei grandi rinnovamenti.E' stata la prima donna italiana a ricoprire l'incarico di ministra. Prima ministra del Lavoro, e prima ancora sottosegretaria dello stesso ministero, accelerò e portò a compimento due riforme: la prima nel 1977, Legge sulle pari opportunità, che tentava ancora una volta di por fine alle discriminazioni contro le donne, specie sul salario (discriminazioni he oggi ancora esistono) e la seconda, nel 1978 con l'istituzione del Servizio Sanitario Nazionale. Sempre disponibile a discutere con le donne di ogni parte, con un' azione improntata alla massima trasparenza, venne proposta da Nilde Iotti, e quindi nominata, a capo della Commissione di indagine sulla P2"

Ultimo aggiornamento ( mercoledì 02 novembre 2016 )
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB