spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Febbraio 2019 Marzo 2019 Aprile 2019
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 9 1 2 3
Settimana 10 4 5 6 7 8 9 10
Settimana 11 11 12 13 14 15 16 17
Settimana 12 18 19 20 21 22 23 24
Settimana 13 25 26 27 28 29 30 31
 


AFFI

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Argomenti arrow Diritti e Diritti Umani arrow Dignità delle donne arrow Difendere i diritti delle bambine del Bangladesh
Difendere i diritti delle bambine del Bangladesh PDF Stampa E-mail
Scritto da La Redazione   
mercoledì 01 febbraio 2017

ImagePETIZIONI - Per la prima volta Bangladesh ha una Prima Ministra. Sheikh Hasina con una firma potrà mettere il suo sigillo ad una legge che salvaguarderà i diritti di milioni di ragazze e  bambine, o che li andrà a violare, obbligandole a sposare i propri stupratori. “In Bangladesh, dove la legge vieta le nozze alle donne prima dei 18 anni, il Parlamento è chiamato ad approvare una norma che consente il matrimonio con le bambine in «casi speciali»”…Il Bangladesh ha fatto enormi progressi nella tutela delle donne. E questa nuova legge aveva l’obiettivo di mettere fine al fenomeno delle “spose bambine”. Ma ci hanno infilato la clausola con delle “circostanze speciali” con cui si possono obbligare le ragazzine a sposare chi le violenta. Nel Paese sono in corso proteste e manifestazioni ma il Parlamento potrebbe approvarla ormai in qualsiasi momento. Appelliamoci alla Prima Ministra per farle eliminare la clausola pro-stupratori e potenziare un vero piano nazionale per queste ragazze: FIRMA LA PETIZIONE DI AVAAZ - Approfondisci su Vanity Fair

 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB