spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Luglio 2020 Agosto 2020 Settembre 2020
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 31 1 2
Settimana 32 3 4 5 6 7 8 9
Settimana 33 10 11 12 13 14 15 16
Settimana 34 17 18 19 20 21 22 23
Settimana 35 24 25 26 27 28 29 30
Settimana 36 31
 

 


AFFI

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow *Politica e Attualità arrow Difendere i diritti delle bambine del Bangladesh
Difendere i diritti delle bambine del Bangladesh PDF Stampa E-mail
Scritto da La Redazione   
mercoledì 01 febbraio 2017

ImagePETIZIONI - Per la prima volta Bangladesh ha una Prima Ministra. Sheikh Hasina con una firma potrà mettere il suo sigillo ad una legge che salvaguarderà i diritti di milioni di ragazze e  bambine, o che li andrà a violare, obbligandole a sposare i propri stupratori. “In Bangladesh, dove la legge vieta le nozze alle donne prima dei 18 anni, il Parlamento è chiamato ad approvare una norma che consente il matrimonio con le bambine in «casi speciali»”…Il Bangladesh ha fatto enormi progressi nella tutela delle donne. E questa nuova legge aveva l’obiettivo di mettere fine al fenomeno delle “spose bambine”. Ma ci hanno infilato la clausola con delle “circostanze speciali” con cui si possono obbligare le ragazzine a sposare chi le violenta. Nel Paese sono in corso proteste e manifestazioni ma il Parlamento potrebbe approvarla ormai in qualsiasi momento. Appelliamoci alla Prima Ministra per farle eliminare la clausola pro-stupratori e potenziare un vero piano nazionale per queste ragazze: FIRMA LA PETIZIONE DI AVAAZ - Approfondisci su Vanity Fair

 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB