spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Agosto 2017 Settembre 2017 Ottobre 2017
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 35 1 2 3
Settimana 36 4 5 6 7 8 9 10
Settimana 37 11 12 13 14 15 16 17
Settimana 38 18 19 20 21 22 23 24
Settimana 39 25 26 27 28 29 30
 


AFFI

Lobby EU Donne

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Argomenti arrow Migranti arrow Accade in Italia arrow Richiedenti Asilo: il progetto case dell'ADA
Richiedenti Asilo: il progetto case dell'ADA PDF Stampa E-mail
Scritto da Surfing   
mercoledý 15 febbraio 2017

ImageMILANO - L'idea è dell'Agenzia dell'Abitare (Ada) della cooperativa sociale “La Cordata”: offrire ai proprietari di case sfitte l’inserimento in un progetto di affitto controllato, per un’accoglienza diversa ai richiedenti asilo. Per “creare un'accoglienza diffusa” e -perché no!- far fruttare in maniera etica un bene al momento inutilizzato.

«Per ogni casa messa a disposizione, Ada stipula un contratto d'affitto con il proprietario e cura l'inserimento dei migranti nel condominio». L'iniziativa si chiama "Io ci metto la casa, e tu?", e cerca «appartamenti disabitati da destinare a progetti di housing sociale, garantendo ai proprietari la certezza di un reddito dall’affitto. "Abbiamo iniziato in dicembre e sono arrivate offerte da tutta la Lombardia - racconta Valeria Inguaggiato, coordinatrice di Ada -. Abbiamo selezionato solo quelle su Milano e oggi sono una decina gli appartamenti in cui sono ospitati richiedenti asilo".» Leggi tutto su REDATTORE SOCIALE (fonte)

 

Ultimo aggiornamento ( mercoledý 15 febbraio 2017 )
 
Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB