spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Giugno 2018 Luglio 2018 Agosto 2018
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 27 1
Settimana 28 2 3 4 5 6 7 8
Settimana 29 9 10 11 12 13 14 15
Settimana 30 16 17 18 19 20 21 22
Settimana 31 23 24 25 26 27 28 29
Settimana 32 30 31
 


AFFI

Lobby EU Donne

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Argomenti arrow Migranti arrow Accade in Italia arrow Richiedenti Asilo: il progetto case dell'ADA
Richiedenti Asilo: il progetto case dell'ADA PDF Stampa E-mail
Scritto da Surfing   
mercoledì 15 febbraio 2017

ImageMILANO - L'idea è dell'Agenzia dell'Abitare (Ada) della cooperativa sociale “La Cordata”: offrire ai proprietari di case sfitte l’inserimento in un progetto di affitto controllato, per un’accoglienza diversa ai richiedenti asilo. Per “creare un'accoglienza diffusa” e -perché no!- far fruttare in maniera etica un bene al momento inutilizzato.

«Per ogni casa messa a disposizione, Ada stipula un contratto d'affitto con il proprietario e cura l'inserimento dei migranti nel condominio». L'iniziativa si chiama "Io ci metto la casa, e tu?", e cerca «appartamenti disabitati da destinare a progetti di housing sociale, garantendo ai proprietari la certezza di un reddito dall’affitto. "Abbiamo iniziato in dicembre e sono arrivate offerte da tutta la Lombardia - racconta Valeria Inguaggiato, coordinatrice di Ada -. Abbiamo selezionato solo quelle su Milano e oggi sono una decina gli appartamenti in cui sono ospitati richiedenti asilo".» Leggi tutto su REDATTORE SOCIALE (fonte)

 

Ultimo aggiornamento ( mercoledì 15 febbraio 2017 )
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB