spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

CERCATECI ANCHE SUI SOCIAL @powergender

Calendario Eventi


 
Ottobre 2019 Novembre 2019 Dicembre 2019
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 44 1 2 3
Settimana 45 4 5 6 7 8 9 10
Settimana 46 11 12 13 14 15 16 17
Settimana 47 18 19 20 21 22 23 24
Settimana 48 25 26 27 28 29 30
 


AFFI

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Argomenti arrow Violenza di genere arrow Molestie sul posto di lavoro arrow Molestie sul posto di lavoro: +40% in due anni
Molestie sul posto di lavoro: +40% in due anni PDF Stampa E-mail
Scritto da Surfing   
venerdì 10 marzo 2017

ImageMOLESTIE - A volte ritornano… Sembrava che il mondo del lavoro, negli ultimi vent’anni, fosse faticosamente riuscito ad affrancarsi dalle molestie e dai ricatti a sfondo sessuale, ma “con l’impennata della crisi economica, negli ultimi due anni i ricatti sessuali sul posto di lavoro sono aumentati del 40 per cento. Lo conferma il sindacato Uil, che ha attivato sportelli di ascolto in tutta Italia e che ogni giorno si trova a raccogliere richieste di aiuto che arrivano in maniera quasi univoca dalle donne (63% dei casi)”. Le lavoratrici denunciano soprattutto casi di mobbing (67%) e di stalking (10%). Il meglio del peggio con i primati più sconfortanti, si trova nella piccola-media impresa, e nella città di Roma. “Le situazioni più tragiche si registrano nelle grandi città, Roma in testaspiega a l’Espresso Alessandra Menelao, Responsabile nazionale dei centri di ascolto Mobbing e Stalking Uilperché le regole del mercato del lavoro sempre più competitive e spregiudicate unite alla crisi economica dilagante tendono ad esacerbare questi ricatti”.

Ultimo aggiornamento ( venerdì 10 marzo 2017 )
 
< Prec.
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB