spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Agosto 2018 Settembre 2018 Ottobre 2018
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 36 1 2
Settimana 37 3 4 5 6 7 8 9
Settimana 38 10 11 12 13 14 15 16
Settimana 39 17 18 19 20 21 22 23
Settimana 40 24 25 26 27 28 29 30
 


AFFI

Lobby EU Donne

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Argomenti arrow Violenza di genere arrow Molestie sul posto di lavoro arrow Molestie sul posto di lavoro: +40% in due anni
Molestie sul posto di lavoro: +40% in due anni PDF Stampa E-mail
Scritto da Surfing   
venerdì 10 marzo 2017

ImageMOLESTIE - A volte ritornano… Sembrava che il mondo del lavoro, negli ultimi vent’anni, fosse faticosamente riuscito ad affrancarsi dalle molestie e dai ricatti a sfondo sessuale, ma “con l’impennata della crisi economica, negli ultimi due anni i ricatti sessuali sul posto di lavoro sono aumentati del 40 per cento. Lo conferma il sindacato Uil, che ha attivato sportelli di ascolto in tutta Italia e che ogni giorno si trova a raccogliere richieste di aiuto che arrivano in maniera quasi univoca dalle donne (63% dei casi)”. Le lavoratrici denunciano soprattutto casi di mobbing (67%) e di stalking (10%). Il meglio del peggio con i primati più sconfortanti, si trova nella piccola-media impresa, e nella città di Roma. “Le situazioni più tragiche si registrano nelle grandi città, Roma in testaspiega a l’Espresso Alessandra Menelao, Responsabile nazionale dei centri di ascolto Mobbing e Stalking Uilperché le regole del mercato del lavoro sempre più competitive e spregiudicate unite alla crisi economica dilagante tendono ad esacerbare questi ricatti”.

Ultimo aggiornamento ( venerdì 10 marzo 2017 )
 
< Prec.
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB