spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Ottobre 2017 Novembre 2017 Dicembre 2017
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 44 1 2 3 4 5
Settimana 45 6 7 8 9 10 11 12
Settimana 46 13 14 15 16 17 18 19
Settimana 47 20 21 22 23 24 25 26
Settimana 48 27 28 29 30
 


AFFI

Lobby EU Donne

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Argomenti arrow Diritti e Diritti Umani arrow Salute per tutte/i arrow Interruzione di gravidanza: l'Italia viola questo diritto
Interruzione di gravidanza: l'Italia viola questo diritto PDF Stampa E-mail
Scritto da Eva Panitteri   
mercoledì 29 marzo 2017

ImageSALUTE DONNA - Dopo il richiamo del Consiglio d'Europa all'Italia, lo scorso anno, per la violazione del diritto alla salute delle donne in virtù del fatto che l’accesso all'aborto viene reso complicato nonostante la legge 194/1978, arrivano anche le considerazioni del Comitato per i diritti umani dell'Onu (istituito in base all'articolo 28 del Patto sui diritti civili e politici) che, nelle sue osservazioni conclusive sulla situazione italiana (a pagina 4) si dice "preoccupato per le difficoltà di accesso all’aborto legale a causa del numero di medici che si rifiutano di praticare interruzione di gravidanza per motivi di coscienza". Preoccupazione anche per "il numero significativo di aborti clandestini". "Lo Stato - sottolinea il rapporto - dovrebbe adottare misure necessarie per garantire il libero e tempestivo accesso ai servizi di aborto legale, con un sistema di riferimento valido". L’intero rapporto, che analizza diversi paesi oltre all’Italia è visionabile e scaricabile a questo link: CCPR - International Covenant on Civil and Political Rights - 119 Session 06 Mar 2017 - 29 Mar 2017

Ultimo aggiornamento ( mercoledì 29 marzo 2017 )
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB