spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Novembre 2017 Dicembre 2017 Gennaio 2018
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 48 1 2 3
Settimana 49 4 5 6 7 8 9 10
Settimana 50 11 12 13 14 15 16 17
Settimana 51 18 19 20 21 22 23 24
Settimana 52 25 26 27 28 29 30 31
 


AFFI

Lobby EU Donne

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Argomenti arrow Lavoro&pari opportunità arrow Pari Opportunità arrow Parità di retribuzioni entro il 2030
Parità di retribuzioni entro il 2030 PDF Stampa E-mail
Scritto da Flavia Belladonna (ASVIS)   
giovedì 28 settembre 2017

ImagePARITA’ SALARIALE - «In tutti i Paesi e settori le donne ricevono una retribuzione inferiore agli uomini, ecco perché la Equal Pay International Coalition, partenariato multi-stakeholder, aiuterà i Paesi membri dell’Onu a raggiungere i Goal 5 e 8. In occasione della 72esima Assemblea generale delle Nazioni Unite che si è aperta il 18 settembre, l’Organizzazione internazionale del lavoro (Ilo - International Labour Organization), l’ente delle Nazioni Unite per l'uguaglianza di genere e l'empowerment femminile (Un Women) e l’Ocse hanno lanciato ufficialmente presso la sede Onu di New York la Equal Pay International Coalition (Epic), una coalizione multi-stakeholder nata per contribuire al raggiungimento della parità di retribuzione tra uomini e donne per un lavoro di pari valore entro il 2030. Il nuovo partenariato aiuterà i Paesi membri dell’Onu, in collaborazione con le organizzazioni dei lavoratori e dei datori di lavoro e altri stakeholder, a raggiungere il Goal 5 (Parità di genere) degli Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Onu, dal momento che la parità di retribuzione è fondamentale per raggiungere l’uguaglianza di genere e l’empowerment di tutte le donne e ragazze, e il Goal 8 (Buona occupazione e crescita economica), con particolare riferimento al target 8.5: “Entro il 2030, raggiungere la piena e produttiva occupazione e un lavoro dignitoso per tutte le donne e gli uomini, anche per i giovani e le persone con disabilità, e la parità di retribuzione per lavoro di pari valore”.» (Leggi l’articolo di Flavia Belladonna su ASviS)

 

Ultimo aggiornamento ( giovedì 28 settembre 2017 )
 
Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB