spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Agosto 2017 Settembre 2017 Ottobre 2017
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 35 1 2 3
Settimana 36 4 5 6 7 8 9 10
Settimana 37 11 12 13 14 15 16 17
Settimana 38 18 19 20 21 22 23 24
Settimana 39 25 26 27 28 29 30
 


AFFI

Lobby EU Donne

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Numero 8 - Minori e pubblicità arrow Il fascino della pubblicità
Il fascino della pubblicità PDF Stampa E-mail
Scritto da ep   
martedì 27 marzo 2007

La pubblicità si fa notare, crea situazioni insolite, ha un forte portato di aggressività e trasgressività, fa superare molti confini attraverso l’identificazione, compreso quello di genere. «Veicola inoltre un processo di identificazione nei modelli adulti, soprattutto da parte delle bambine». Promuove oggetti che spesso vengono poi acquistati appagando la «pratica consumistica che spinge a desiderare».

La pubblicità ha la prerogativa di «intermediaria tra i bisogni dei giovani ed il loro universo simbolico, suggerendo strategie e nuovi codici da adottare nei rapporti interpersonali, enfatizzando ed addirittura coniando i modi di dire e di essere delle culture giovanili». In questo senso l’advertising «alimenta attese ed aspettative connesse agli stili di vita più agognati in tema di soddisfazione personale, aspetto fisico e facile ascesa al mondo dello spettacolo». Tuttavia, nonostante i preadolescenti preferiscano la tv, imparano ancora da scuola e famiglia, mondi legittimati nel loro codice, ma che non creano loro piacere.

(by: Luciano Benadusi Docente di Sociologia dell’educazione all’Università la Sapienza Roma)

Ultimo aggiornamento ( sabato 31 marzo 2007 )
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB