spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Marzo 2019 Aprile 2019 Maggio 2019
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 14 1 2 3 4 5 6 7
Settimana 15 8 9 10 11 12 13 14
Settimana 16 15 16 17 18 19 20 21
Settimana 17 22 23 24 25 26 27 28
Settimana 18 29 30
 


AFFI

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Argomenti arrow Diritti e Diritti Umani arrow Discriminazioni arrow Disuguaglianze e povertà - Il rapporto OXFAM
Disuguaglianze e povertà - Il rapporto OXFAM PDF Stampa E-mail
Scritto da GIM   
martedì 22 gennaio 2019
ImageRoma 22 gennaio2019- Le disuguaglianze sono il risultato di scelte politiche e se non si modificano le scelte politiche, aumenteranno: ricchi sempre più ricchi e i poveri sempre più poveri.
E’ questa l’essenza del dato fotografato dal rapporto Oxfam 2019 presentato a Davos. 26 ultramiliardari possiedono più risorse della metà della popolazione più povera della Terra.
In Italia il 5% più ricco del Paese detiene la stessa quota di ricchezza del 90% più povero della popolazione.Dal Rapporto Oxfam emerge che l’1% più ricco possiede metà della ricchezza aggregata netta totale del pianeta (il 47,2%), mentre 3,8 miliardi di persone, che corrispondono alla metà più povera degli abitanti del mondo, possono contare sullo 0,4 per cento. Un divario che si riflette su tutti gli ambiti della vita - istruzione, salute - e può innescare una devastante spirale di violenza.
Siamo ben lontani dalla «fine della povertà» che solo qualche mese fa riempiva annunci e titoli dei giornali.Poche decine di persone possiedono tanto denaro quanto i 3,8 miliardi dei più poveri del pianeta.

Jeff Bezos, il fondatore di Amazon, grazie a una ricchezza personale di 112 miliardi di dollari è in testa alla classifica dei multimiliardari. Recentemente Bezos ha annunciato l'intenzione di investire la sua fortuna in un viaggio spaziale, non sapendo più dove spendere i suoi soldi. Dura la replica di Wynnie Byamyna direttrice di Oxfam "Non ha senso: il mondo ha bisogno di più scuole, senza mega-yacht o razzi privati».

Se l’1% dei più ricchi del pianeta (si contano sulle dita delle mani) pagasse lo 0,5% in più di imposte sul patrimonio, avremmo risorse per salvare la vita a 100 milioni di persone. Ma non accade. E le disuguaglianze crescono.

Che fare? "ricompensare il lavoro , non la ricchezza" è il titolo del rapporto Oxfam che trovate allegato. a partire da una equa tassazione dei più ricchi e delle grandi corporation

E certamente la FLAT TAX UGUALE PER TUTTI proposta dai nostri governanti , non va nella giusta direzione.

https://www.oxfamitalia.org/wp-content/uploads/2018/01/Rapporto-Davos-2018.-Ricompensare-il-Lavoro-Non-la-Ricchezza.pdf

Ultimo aggiornamento ( martedì 22 gennaio 2019 )
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB