spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

CERCATECI ANCHE SUI SOCIAL @powergender

Calendario Eventi


 
Agosto 2019 Settembre 2019 Ottobre 2019
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 35 1
Settimana 36 2 3 4 5 6 7 8
Settimana 37 9 10 11 12 13 14 15
Settimana 38 16 17 18 19 20 21 22
Settimana 39 23 24 25 26 27 28 29
Settimana 40 30
 


AFFI


tel_antidiscriminazioni_razziali
tel_antitratta
tel_antiviolenza_donna
video testimonianza Bignardi

Login Form






Password dimenticata?
Nessun account? Registrati

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home
I confini del digitale: SI etica NO bias PDF Stampa E-mail
Scritto da Eva Panitteri   
mercoledì 27 marzo 2019

ImageROMA – In un mondo sempre più governato dagli algoritmi l’apporto etico caratteristico del pensiero umano non può essere messo da parte. Oggi che l’internet “degli oggetti” (il cosiddetto IOT, Internet of things) governa la maggior parte delle nostre attività pubbliche e personali, aprendo al pericolo di nuove forme di controllo sociale e personale, bisogna muoversi nella direzione della protezione delle persone e della privacy, diritto sancito a livello internazionale, governando effetti e risvolti su libertà individuali e modelli di democrazia.

Ammonisce il garante della Privacy: «Ogni progetto basato sull’intelligenza artificiale dovrebbe rispettare la dignità umana e le libertà fondamentali». Sviluppatori, produttori e fornitori di servizi AI devono pertanto valutarne preventivamente i rischi, adottando un approccio di tipo “precauzionale”, rispettando i diritti fondamentali, minimizzando i rischi per le persone ed evitando potenziali pregiudizi (bias) ed effetti discriminatori come quelli basati sulla differenza di genere.

Per maggiori informazioni: Giornata della Protezione dei dati 2019

Le linee-guida presentate nel corso della Giornata della Protezione dei dati 2019 dal Comitato consultivo della Convenzione sulla protezione delle persone rispetto al trattamento automatizzato di dati a carattere personale sono presenti sul sito del Garante della Privacy in una traduzione a cura dell’Ufficio. «Si rivolgono a decisori pubblici, sviluppatori e fornitori di servizi basati sull’AI, come quelli utilizzati nell’ambito della domotica, delle smart cities, della sanità e della prevenzione del crimine. In particolare, sono evidenziati i principi da rispettare affinché l’impiego di tale tecnologia avvenga nel rispetto dei principi della nuova Convenzione 108 (nota come “Convenzione 108+”), adottata lo scorso 18 maggio 2018, e già firmata da 26 Paesi tra cui l’Italia.»

La “Giornata europea della protezione dei dati personali”, promossa dal Consiglio d’Europa con il sostegno della Commissione europea e di tutte le Autorità europee per la privacy a partire dal 2007 ha l’obiettivo di sensibilizzare cittadini e cittadine sui diritti legati alla tutela della vita privata e delle libertà fondamentali.

Ultimo aggiornamento ( mercoledì 27 marzo 2019 )
 
< Prec.
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB