spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

CERCATECI ANCHE SUI SOCIAL @powergender

Calendario Eventi


 
Ottobre 2019 Novembre 2019 Dicembre 2019
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 44 1 2 3
Settimana 45 4 5 6 7 8 9 10
Settimana 46 11 12 13 14 15 16 17
Settimana 47 18 19 20 21 22 23 24
Settimana 48 25 26 27 28 29 30
 


AFFI


tel_antidiscriminazioni_razziali
tel_antitratta
tel_antiviolenza_donna
video testimonianza Bignardi

Login Form






Password dimenticata?
Nessun account? Registrati

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home
Grande esordio della Nazionale Calcio Donne PDF Stampa E-mail
Scritto da EP   
lunedì 10 giugno 2019

ImageMONDIALI DI CALCIO FEMMINILE - La partita di esordio dell’Italia disputata domenica 9 giugno porta a casa la vittoria con l’Australia e «finalmente con questi mondiali cominciamo a scrivere "portiera" e "arbitra"». Lo afferma Silvia Garambois, presidente dell'associazione “Giulia, Giornaliste Unite libere e autonome” in un’intervista a Il Messaggero.it: «La mentalità sta cambiando. Poco alla volta arriveremo a modificare il modo di parlare e di scrivere. Che è poi un modo di pensare». La FIGC sul sito pare aver aggiornato gli schemi di pensiero (e di scrittura), ma fa meno bene sui social, dove su Twitter per la partita di esordio usa il maschile: «Il capitano della squadra @SaraGama_ITA e il CT Milena #Bertolini sono pronte a guidare le #Azzurre”» (Foto by FIGC)

 

Image Che dire… almeno ‘LE AZZURRE’ è al femminile. Proprio per questo GiULiA, insieme a Uisp Nazionale, ha curato il manuale “Media Donne e Sport”scritto per un'informazione sportiva libera da stereotipi e cliché” e per orientare ad “una narrazione giornalistica attenta, corretta e consapevole”, libera da pregiudizi e stereotipi, come da errori (ed orrori) di grammatica. «“Fisico da urlo”, “icona di stile”, “belle e brave”: sono alcuni esempi di come i media hanno spesso parlato e scritto di atlete e donne di sport, dando giudizi sull’apparenza anziché sulle prestazioni e competenze sportive, valutazioni che assai raramente hanno corrispondenze nel racconto degli sportivi uomini. Si tratta di cliché e pregiudizi che deformano la rappresentazione delle donne nell’informazione sportiva e le inchiodano nell’immaginario su un piano svantaggiato rispetto ai colleghi delle stesse discipline.»

La nostra NAZIONALE FEMMINILE (video)

Ultimo aggiornamento ( lunedì 10 giugno 2019 )
 
< Prec.
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB