spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

CERCATECI ANCHE SUI SOCIAL @powergender

Calendario Eventi


 
Settembre 2019 Ottobre 2019 Novembre 2019
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 40 1 2 3 4 5 6
Settimana 41 7 8 9 10 11 12 13
Settimana 42 14 15 16 17 18 19 20
Settimana 43 21 22 23 24 25 26 27
Settimana 44 28 29 30 31
 


AFFI


tel_antidiscriminazioni_razziali
tel_antitratta
tel_antiviolenza_donna
video testimonianza Bignardi

Login Form






Password dimenticata?
Nessun account? Registrati

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home
La Commissione von der Leyen: per "una UE più ambiziosa" PDF Stampa E-mail
Scritto da Surfing   
venerdì 13 settembre 2019

ImagePARITA’ - Ursula von Der Leyen, prima donna Presidente della Commissione Europea, propone una squadra in quasi perfetto equilibrio di parità (la composizione del nuovo governo europeo conta 13 donne inclusa lei stessa e 14 uomini) e dichiara: "Sarà una Commissione concreta: più fatti e meno parole. Abbiamo una struttura incentrata sulle azioni e non sulle gerarchie". Durante la presentazione della squadra von Der Leyen ha anche affermato come il nuovo esecutivo rifletta al proprio interno "le diversità dell'Europa". Questo nonostante sia composto solo da 'bianchi', per un paradosso già evidente nel neoletto Parlamento europeo dove le/gli europarlamentari BME (Black and Minority Ethnic) sono 36 su 751, ovvero “enormemente sottorappresentati rispetto ai livelli della popolazione reale” come evidenziava un’analisi dell’European Network Against Racism (Enar).

 

1) Presidente della Commissione europea: Ursula von der Leyen (Germania, popolari)

2) Vicepresidente e commissario alla concorrenza e al digitale: Margrethe Vestager (Danimarca, liberali)

3) Vicepresidente per valori e trasparenza: Vera Jourova (Repubblica Ceca, liberali)

4) Vicepresidente con delega alla democrazie e demografia: Dubravka Suica (Croazia, partito popolare)

5) Commissaria al mercato interno, industria e difesa: Sylvie Goulard (Francia, liberali)

6) Commissaria ai trasporti: Rovana Plumb (Romania, socialisti)

7) Commissaria per la parità di genere: Helena Dalli (Malta, socialisti)

8) Commissaria all'energia: Kadri Simson (Estonia, liberali)

9) Commissaria alla salute: Stella Kyriakides (Cipro, popolari)

10) Commissaria agli affari interni: Ylva Johansson (Svezia, socialisti)

11) Commissaria per l'innovazione e la gioventù: Mariya Gabriel (Bulgaria, popolari)

12) Commissaria per la coesione e le riforme: Elisa Ferreira (Portogallo, socialisti)

13) Commissaria ai partenariati internazionali: Jutta Urpilainen (Finandia, socialisti)

14) Vicepresidente esecutivo con delega al clima: Frans Timmermans (Olanda, socialisti)

15) Vicepresidente esecutivo per l'economia: Valdis Dombrovskis (Lettonia, popolari)

16) Vicepresidente alla sicurezza con delega all'immigrazione: Margaritis Schinas (Grecia, popolari)

17) Vicepresidente e commissario alle relazioni interistituzionali: Maros Sefcovic (Slovacchia, socialisti)

18) Commissario agli affari economici: Paolo Gentiloni (Italia, Pd)

19) Commissario al lavoro: Nicolas Schmit (Lussemburgo, socialisti)

20) Commissario al commercio: Phil Hogan (Irlanda, popolari)

21) Commissario all'agricoltura: Janusz Wojciechowski (Polonia, conservatori)

22) Commissario alla giustizia: Didier Reynders (Belgio, liberali)

23) Commissario all'ambiente e gli oceani: Virginijus Sinkevicius (Lituania, indipendente)

24) Commissario all'allargamento: László Trócsányi (Ungheria, popolari)

25) Commissario al budget e all'amministrazione: Johannes Hahn (Austria, popolari)

26) Commissario alla gestione delle crisi: Janez Lenarcic (Slovenia, liberali)

27) Alto rappresentante per gli affari esteri: Josep Borrell (Spagna, socialisti)

 

Ultimo aggiornamento ( venerdì 13 settembre 2019 )
 
< Prec.
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB