spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

CERCATECI ANCHE SUI SOCIAL @powergender

Calendario Eventi


 
Settembre 2019 Ottobre 2019 Novembre 2019
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 40 1 2 3 4 5 6
Settimana 41 7 8 9 10 11 12 13
Settimana 42 14 15 16 17 18 19 20
Settimana 43 21 22 23 24 25 26 27
Settimana 44 28 29 30 31
 


AFFI

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow FOOD & WINE arrow Evoluzioni e rivoluzioni arrow CHEF: stelle, sessismi, pregiudizi e poca parità di genere
CHEF: stelle, sessismi, pregiudizi e poca parità di genere PDF Stampa E-mail
Scritto da Eva Panitteri   
martedì 24 settembre 2019

ImageCUCINE STELLATE - Il 16 settembre a Parigi ai 50 Best Talks si sono incontrati chef e personaggi del panorama gastronomico mondiale per parlare del futuro della gastronomia con occhio a sostenibilità e superamento dei confini geografici. Ciononostante proprio nelle cucine stellate si tracciano confini: poche le donne chef. In un momento in cui uguaglianza di genere e parità, salariale e di carriera, tornano al centro dell'attenzione, nel mondo della ristorazione il dibattito sulle differenze di genere si (ri)accende. Ad un panel di discussione sulla cucina contemporanea francese, di fatto un ‘manel’ di soli maschi, lo chef Yannick Alléno afferma: le donne sono in generale in minoranza numerica nell’alta cucina perché trovano difficile affrontare ritmi serrati e orari serali, dovendo occuparsi della casa e dei figli. Perfettamente in linea con gli stessi stereotipi e pregiudizi anche Gianfranco Vissani che intervenendo al Tg Zero di Radio Capital (programma di Edoardo Buffoni e Michela Murgia) afferma: «il problema per le donne non sono i figli o il rientro a casa la sera -precisa- è che per una donna la cucina è pesante, poi ci sono quelle mascoline che non fanno parte di questa partita, ma una bella donna sta bene in pasticceria, è più decorativa, ha una funzione diversa, anche perché le cassole pesano, magari ci sono donne che ce la fanno a spadellare, ma durano poco». ---segue---

Al padre fa eco il figlio: «mantecare è uno sforzo diverso, sono tirature di muscolatura completamente diverse». Insomma, donne, lasciate che a fare gli chef siano gli uomini!! pare essere il loro messaggio “Quello che agli uomini pesa concedere non è la padella ma il prestigio” afferma Murgia alla chiusura del collegamento con i Vissani. PODCAST: ascoltare per credere (vai @1h14m)

Pregiudizi e stereotipi nel mondo dei ristoranti stellati costituiscono uno dei principali ostacoli all’avanzamento di carriera delle donne. Nel tentativo di affrontare gli squilibri di genere, la guida Michelin France ha aggiunto un totale di 11 ristoranti guidati da donne alla lista del 2019, portandone il numero complessivo a 26. Oltre a sessismi, ignoranza e stereotipi, il nodo da sciogliere è la poca visibilità che gli stessi addetti di settore offrono alle eccellenze professionali delle donne: come ha affermato la Chef Cristina Bowerman al Festival 2019 del Giornalismo Alimentare a Torino: servono “maggiori role models in particolare femminili” per riequilibrare un campo professionale particolarmente dominato dagli uomini.

Ultimo aggiornamento ( martedì 24 settembre 2019 )
 
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB