spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Agosto 2020 Settembre 2020 Ottobre 2020
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 36 1 2 3 4 5 6
Settimana 37 7 8 9 10 11 12 13
Settimana 38 14 15 16 17 18 19 20
Settimana 39 21 22 23 24 25 26 27
Settimana 40 28 29 30
 

 


AFFI

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow *Food & Wine arrow CIBO, elemento di socialità reale e virtuale
CIBO, elemento di socialità reale e virtuale PDF Stampa E-mail
Scritto da Eva Panitteri   
domenica 23 febbraio 2020

ImageFOOD - Si è conclusa a Torino sabato 22 febbraio la quinta edizione del Festival del Giornalismo Alimentare il nuovo luogo d'incontro di professionalità del settore provenienti da ambiti anche estremamente diversi. Uno dei temi prepotentemente emersi dai panel del Festival è come il cibo rappresenti oggi un aspetto centrale nella vita di ognuno quale elemento di socialità reale e virtuale. Una centralità suffragata dai dati di una ricerca de L’Eco della Stampa, che per il Festival ha realizzato un osservatorio sui media producendo il primo rapporto sulla presenza del tema cibo a tutto campo. La ricerca, commentata da Guia Beatrice Pirotti, docente SDA Bocconi, indica che nel 2019, media tradizionali e web hanno trattato l'argomento per più di 1.3 milioni di volte. Nel nostro paese si scrive e si parla più di cibo che di politica! Un successo di visibilità che evidenzia un dato ulteriore e strettamente collegato: la presenza dei MenChef satura i media tanto da diventare quasi ingombrante. In tv e sui nuovi media, i programmi sul cibo sono regno inconstastato degli uomini. Come conferma anche la classifica dei primi 8 chef più noti al mondo.

Ma non tutto è perduto; sappiamo infatti che in Italia qualche presenza di donna riallinea l'ago della bilancia, anche se parliamo solo di qualche eccezione. Tra le più note ed amate, le cuoche Benedetta Rossi (Fatto in casa per voi) e Benedetta Parodi (I menu di Benedetta). Tra le conduttrici, Elisa Isoardi (La prova del cuoco). Seguono Csaba della Zorza e Chiara Maci, presenti a vario titolo tra show cooking, valutazione di piatti e programmi girati in casa d'altri.
La maggior presenza del maschile nel mondo del food tuttavia si conferma anche nelle proporzioni del Festival. Nei 35 panel ricchi di temi interessantissimi, dal cibo degli astronauti alla "battaglia delle etichette", dal turismo enogastronomico alle basse retribuzioni dei giovani giornalisti, dalla foddbag alle inchieste sulle frodi alimentari, tra i "170 relatori" prevalenza di uomini, diversi manel (panel al 100% composti da uomini) e nessun premio al femminile.
Tutti i temi trattati nel corso delle tre giornate del festival consentono di "avere dati precisi sul fenomeno" food per "una migliore consapevolezza della responsabilità che tutti noi abbiamo quando comunichiamo i temi alimentari. Perché il cibo non è solo un bene primario di sostentamento, ma è salute, cultura, stili di vita, economia, politica e molto altro" ha affermato, in chiusura, il direttore ed ideatore del Festival Massimiliano Borgia.

Ultimo aggiornamento ( mercoledì 26 febbraio 2020 )
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB