spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Maggio 2020 Giugno 2020 Luglio 2020
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 23 1 2 3 4 5 6 7
Settimana 24 8 9 10 11 12 13 14
Settimana 25 15 16 17 18 19 20 21
Settimana 26 22 23 24 25 26 27 28
Settimana 27 29 30
 

 


AFFI

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow FOOD & WINE arrow Cibo e Salute arrow Mangio Italiano: è buono, è garantito, è sano
Mangio Italiano: è buono, è garantito, è sano PDF Stampa E-mail
Scritto da Eva Panitteri   
venerdì 06 marzo 2020

ImageFOOD – In tempo di Covid-19 consumiamo i cibi prodotti nel nostro paese. Soprattutto quelli freschi e deperibili. Il lancio della campagna #MangiaItaliano di Coldiretti arriva con l'appello ad evitare sprechi dopo che sui prodotti del nostro agroalimentare sono aleggiati inutili e dannosi sospetti.

Il Ministero della Salute assicura: «le malattie respiratorie normalmente non si trasmettono con gli alimenti, che comunque devono essere manipolati rispettando le buone pratiche igieniche ed evitando il contatto tra alimenti crudi e cotti».

Fermo restando il rispetto delle norme igieniche, sempre imprescindibile e fondamentale, i casi di richiesta di certificazioni “coronavirus free” a garanzia dei nostri prodotti che vanno all'estero e di cui recentemente si è avuta notizia, sono stati «casi isolati, tentativi spesso maldestri di speculazione tra partner commerciali che non coinvolgerebbero i Governi» ha affermato la ministra Bellanova.

A salvaguardia della reputazione del cibo Made in Italy ed a rinforzo della corretta informazione, arriva la campagna #MangiaItaliano di Coldiretti. Per combattere gli allarmismi disinformati, per scardinare le Fake-News che rimbalzano sui social e per rispondere agli attacchi strumentali subiti dall’agroalimentare più sostenibile d’Europa.

Se Vinitaly 2020 può rinviare le proprie date a giugno (dal 14 al 17) senza disagi troppo estremi, i prodotti deperibili dell’agroalimentare (quelli che si è riusciti a raccogliere al netto delle defezioni dei braccianti agricoli stranieri nordeuropei per via dei vincoli sanitari imposti dall’Italia e dagli altri paesi) corrono invece qualche rischio in più, compreso quello di restare “a terra” perché gli autotrasportatori stranieri non vogliono entrare in Italia «per paura del virus e per timore di restare bloccati dalle misure anti Covid-19.» Ma in un paese dove l’88% dei trasporti commerciali avviene su gomma «la paura che blocca i Tir rischia di paralizzare l’intera filiera agroalimentare che vale il 25% del Pil nazionale ed offre lavoro a oltre 3,8 milioni di persone» precisa Coldiretti.

Così «l’emergenza coronavirus con le difficoltà produttive, logistiche e commerciali ed i pesanti danni di immagine sta mettendo a rischio l’intera filiera, dai campi agli scaffali fino alla ristorazione. Senza dimenticare gli effetti del crollo del turismo, amplificato dallo stop forzato alle Fiere che sono un momento importante di promozione

Altro obiettivo della campagna #MangiaItaliano allora è quello di comunicare correttamente le eccellenze del nostro enoagroalimentare “partendo dalla promozione di 297 specialità Dop/Igp riconosciute a livello comunitario e 415 vini Doc/Docg”. Prodotti che dovremmo tranquillamente scegliere ed acquistare, anche per tenere alte le nostre difese immunitarie con l’aiuto di un’alimentazione corretta, libera da inutili diffidenze e paure.

Per approfondire:

#Mangiaitaliano @ Coldiretti

#MangiaItaliano @ TWITTER

Ettore Prandini e Manuel Lombardi di Coldiretti @ Geo&Geo il 5 Marzo 2020 (da 1he32min.)

Ultimo aggiornamento ( venerdì 08 maggio 2020 )
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB