spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Agosto 2020 Settembre 2020 Ottobre 2020
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 36 1 2 3 4 5 6
Settimana 37 7 8 9 10 11 12 13
Settimana 38 14 15 16 17 18 19 20
Settimana 39 21 22 23 24 25 26 27
Settimana 40 28 29 30
 

 


AFFI

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow *Politica e Attualità arrow REFERENDUM: chi dice SI e chi dice NO
REFERENDUM: chi dice SI e chi dice NO PDF Stampa E-mail
Scritto da Surfing   
giovedì 03 settembre 2020

Image

REFERENDUM 2020 - Per il NO - Elly Schlein, vicepresidente della regione Emilia-Romagna: «Voto No al referendum. Per difendere la libertà dei parlamentari […] perché si rischia di rafforzare quei meccanismi che danno ai leader il potere di decidere chi verrà eletto».

Per il SI - Lorenza Carlassare, costituzionalista: «Sono favorevole alla riduzione del numero dei parlamentari. Ritengo che ci possa essere maggiore efficienza, spero in una selezione più accurata delle candidature. Tuttavia resta il nodo della legge elettorale[…]ritengo che se passasse il No, nulla verrebbe più cambiato. In particolare non verrebbe più cambiata la legge elettorale. Con il Sì ci resta almeno la speranza».

Per il NO - Emma Bonino (+Europa): «Sono contraria a una riforma fatta in questo modo. É come se un coinquilino del primo piano togliesse la trave portante senza occuparsi della stabilità complessiva del caseggiato. In una democrazia parlamentare non si può procedere così».

Per il SI - Valerio Onida ex presidente della Corte costituzionale: «Non capisco l’argomento dello squilibrio costituzionale. Perché un Parlamento meno numeroso, ma con gli stessi poteri, dovrebbe essere meno influente? Non è così. Dipende da come il Parlamento funziona e lavora e dai rapporti tra il Parlamento e gli altri organi istituzionali».

Per il NO - Più di 200 donne e uomini costituzionalisti, invitano a votare NO al referendum per il taglio dei parlamentari. L’appello continua a raccogliere consensi tra docenti, studiose e studiosi di diritto costituzionale che mettono in guardia dai rischi della riforma costituzionale oggetto del voto del 20-21 settembre. Le Sardine saranno in piazza il 12 settembre mentre +Europa farà una maratona oratoria il 9 settembre.

Per il SI - M5s lancia il #VotaSìDay - sabato 12 settembre sarà «una giornata in cui siamo tutti chiamati a informare e a diffondere le ragioni del Sì per il taglio di 345 parlamentari per le strade e nelle piazze italiane».

Ultimo aggiornamento ( giovedì 03 settembre 2020 )
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB