spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Novembre 2017 Dicembre 2017 Gennaio 2018
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 48 1 2 3
Settimana 49 4 5 6 7 8 9 10
Settimana 50 11 12 13 14 15 16 17
Settimana 51 18 19 20 21 22 23 24
Settimana 52 25 26 27 28 29 30 31
 


AFFI

Lobby EU Donne

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Argomenti arrow Altri argomenti arrow Proposte di legge arrow Genere e Disabilità in una Proposta di legge
Genere e Disabilità in una Proposta di legge PDF Stampa E-mail
Scritto da Eva Panitteri   
martedì 09 gennaio 2007
Una proposta di legge promuove l'inserimento lavorativo delle donne disabili
(Roma). Assegnata alla Commissione XI Lavoro il 19 settembre 2006 la proposta di legge presentata il 28 aprile 2006 dall'ulivista Elena Cordoni, e sostenuta da numerosi parlamentari. Intento è favorire l’inserimento e/o il reinserimento delle donne disabili nel mondo del lavoro.
“Il genere -si legge nella proposta- spesso caratterizza e rinforza alcuni stati di maggiore vulnerabilità”. Numerosissimi infatti i casi in cui, dopo l’intervenuta disabilità, per via della difficoltà del percorso di reinserimento, le donne rinunciano. Soprattutto nella fascia di età inferiore ai 50 anni si registra “una forte spinta al licenziamento, mentre circa il 60% delle donne oltre i 50 smette di lavorare”.
Tali propositi di agevolazione potranno attuarsi attraverso l’adozione di “azioni positive” che consentano la rimozione degli ostacoli all'effettiva integrazione lavorativa. Tra le altre, previste forme di agevolazioni fiscali e contributive per datori di lavoro del pubblico e del privato. Si tratta di agevolazioni contributive per le varie tipologie di contratti di lavoro, quali quelli a tempo indeterminato e determinato, inclusi i contratti di apprendistato.
Previste inoltre misure di sostegno per formazione ed assistenza personale, e servizi per l’inserimento. Agevolazioni informative e disposizioni per il sostegno psico-fisico e per il sostegno alla mobilità, integrano il quadro.
Gli oneri derivanti dall’attuazione della legge, che ammontano a 40 milioni di euro per ciascuno degli anni 2006, 2007 e 2008, sono da reperirsi con varie modalità, anche utilizzando parte dell’accantonamento relativo al Ministero del lavoro e delle politiche sociali.
Per maggiori informazioni e per leggere la proposta "Azioni positive per la realizzazione dell'integrazione delle donne disabili nel mondo del lavoro", questo il link:
Ultimo aggiornamento ( giovedì 11 gennaio 2007 )
 
< Prec.
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB