spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

CERCATECI ANCHE SUI SOCIAL @powergender

Calendario Eventi


 
Giugno 2019 Luglio 2019 Agosto 2019
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 27 1 2 3 4 5 6 7
Settimana 28 8 9 10 11 12 13 14
Settimana 29 15 16 17 18 19 20 21
Settimana 30 22 23 24 25 26 27 28
Settimana 31 29 30 31
 


AFFI

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Lavoro&pari opportunità arrow Informazioni e notizie arrow Nel nome di HINA uno sportello per l'integrazione
Nel nome di HINA uno sportello per l'integrazione PDF Stampa E-mail
Scritto da Surfing   
lunedì 15 ottobre 2007

ImagePARMA - Dal Redattore Sociale la notizia di uno sportello dedicato ad Hina, la ragazza pakistana di 21 anni uccisa lo scorso anno dai propri familiari perché fidanzata con un ragazzo italiano. Uno spazio per le donne migranti che in questo nome trova anche un acronimo: Ho Imparato a Non Arrendermi. Lo sportello, inaugurato a Parma sabato scorso, è “dedicato alle donne migranti che vivono in città e che si trovano a fare i conti con una cultura diversa dalla loro - quella italiana - e con difficoltà nuove – spesso nate dal confronto con i propri familiari e la cultura d’origine”. Il progetto della Provincia di Parma, in collaborazione con le associazioni di donne straniere del territorio, vede la gestione diretta delle donne immigrate, appartenenti a varie associazioni aderenti: Volontari Etiopi, Mwassi, la Comunità Senegalese, che prestano lavoro volontario allo sportello. L'iniziativa trova  sede nello spazio salute immigrati dell’Azienda Usl, in via XXII Luglio 27, è aperto il sabato mattina dalle 9 alle 12. Ci si può rivolgere direttamente oppure telefonare per un appuntamento al numero 0521 393431.

 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB