spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Novembre 2017 Dicembre 2017 Gennaio 2018
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 48 1 2 3
Settimana 49 4 5 6 7 8 9 10
Settimana 50 11 12 13 14 15 16 17
Settimana 51 18 19 20 21 22 23 24
Settimana 52 25 26 27 28 29 30 31
 


AFFI

Lobby EU Donne

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Numero 24 arrow Stranieri in Italia - Immigrati e rifugiati
Stranieri in Italia - Immigrati e rifugiati PDF Stampa E-mail
Scritto da GIM   
luned́ 26 novembre 2007

Image Sono 3,8 milioni i cittadini estracomunitari presenti in Italia ; gli irregolari stimati sono 760.000. Il 14% degli immigrati ha una laurea , e l'11 per cento ha una casa di proprietà : Il 50% degli e delle immigrate lavora nel settore dei servizi; 13,7 % sono di nazionalità albanese: 13% sono di nazionalità rumena; 12,2% sono marocchini. Da gennaio a ottobre 2007 sono sbarcati sulle coste italiane 12,419 clandestini (2.092 in meno rispetto allo steso periodo dello scorso anno).Dal 9 novembre 2007 con il recepimento di due direttive eruopeee l'Italia ha finalmente migliorato la normativa in materia di rifugiati....

I due decreti migliorano le procedure e i passaggi per l'attribuzine della qualifica di "Rifugiato".Si tratta della prima significativa riforma della legge Martelli del 1990, e di un provvedimento atteso da molti anni. I decreti aboliscono la funzione di filtro fino ad oggi affidata alla polizia e alla questura. Queste dovranno accettare la la domanda del richiedente asilo , mentre la valutazione è affidata alla competenza delle apposite Commissioni Territoriali. Le domande di asilo politico presentate in Italia dal 1990 ad oggi sono state 154.059. I rifugiati presenti in Italia sono 26.875 una piccolissima percentuale rispetto al 1,390,300 presenti nell'Unione Europea. Tra l'aprile del 2005 e il settembre 2007 oltre 25.000 persone hanno chiesto asilo in Italia , le domande sono state respinte nel 40% dei casi. Per chi non ha visto approvare la richiesta di asilo , ma rischia la vita al rientro nel proprio paese è stata accordata una speciale protezione sussidiaria. Entrambe le procedure consentono di restare in Italia per un periodo ddi tre anni, cercare un lavoro autonomo o subordinato.(1)

(1) I dati sono tratti dal dossier Caritas Migrantes su dati della Commissione Nazionale Asilo.

Ultimo aggiornamento ( luned́ 26 novembre 2007 )
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB